AREZZO – Mozione su AV Medioetruria

Approvata la mozione sulla localizzazione della stazione AV Medioetruria. Grande soddisfazione dei partiti del centrodestra aretino

Maggioranza e minoranza compatte sulla mozione della localizzazione della stazione AV Medioetruria nel Comune di Arezzo e raddoppio del raccordo Arezzo-Battifolle. Grazie alla richiesta di anticipare questo atto proposta dal consigliere Simon Pietro Palazzo, il Consiglio Comunale ha dato un ulteriore sostegno al sindaco Ghinelli in vista dei prossimi tavoli di trattativa. Con 29 voti a favore e la sola astensione del consigliere CinqueStelle, è stato approvato un atto importante, in grado di supportare in maniera decisa le prossime azioni dell’Amministrazione finalizzate alla realizzazione di un’opera in grado di garantire crescita e sviluppo a tutto il territorio aretino. Un progetto oggi “possibile”, in considerazione della destinazione di oltre un terzo dei fondi PNRR alla rete Alta Velocità da parte del governo. La mozione approvata fa riferimento alla localizzazione della stazione all’altezza delle frazioni di Rigutino e Policiano, una fermata che porterebbe alla nostra città turismo per 365 giorni l’anno, favorendo non solo le strutture ricettive, ma l’intero indotto generato da tutte quelle aziende che forniscono beni e servizi, oltre che l’inevitabile miglioramento dinamico di tutte le aziende del territorio stesso.

Il Consiglio Comunale ha pertanto condiviso l’intera “ratio” della mozione, che ha valutato come negli ultimi anni la crescita dei servizi del settore della lunga percorrenza sia stata protagonista di un radicale mutamento dello stile di vita, del lavoro e della mobilità delle persone. L’alta velocità ha di fatto accorciato le distanze, “avvicinando” le varie realtà del Paese e quindi le persone, con importanti effetti nell’economia dei territori dove è stata collocata e probabilmente dell’intero territorio nazionale. Importantissimi i benefici per l’ambiente, con la drastica riduzione di CO2 emessa in atmosfera per i vari fattori diretti ed indiretti. Condivisa anche la prospettiva della possibilità, per la città e i territori coinvolti, del rifacimento di alcune stazioni che saranno oggetto di ristrutturazioni proprio in funzione dei nuovi servizi e opportunità, così come quella della nascita di stazioni nuove, complessi architettonici di valore spesso firmati da architetti di fama oltre a grandi opere di ingegneria ferroviaria.

Nella mozione approvata si fa riferimento anche alla petizione popolare promossa dall’ Ing. Matteo Galli che ha contribuito in maniera determinante a sensibilizzare la politica e i vari enti territoriali a scegliere Arezzo come stazione ferroviaria AV Medio-Etruria.

Infine, in considerazione della crescita esponenziale delle presenze turistiche in città ma non solo, la mozione approvata comprende l’impegno a prendere concretamente in esame il raddoppio del raccordo autostradale Arezzo – Battifolle – Casello A1.

(Foto: https://pixabay.com/it/illustrations/mani-mano-sollevato-mani-alzate-220163/)