BARBERINO T. – Al via i lavori per l’impianto sportivo

Partiti i lavori per il nuovo impianto sportivo di Barberino Val d’Elsa. Investimento complessivo da un milione e 100mila euro

Sport indoor: in arrivo una moderna tensostruttura in legno. Sono partiti i lavori per uno degli investimenti più importanti del 2022, messo in campo dalla giunta Baroncelli con un investimento complessivo del valore di 1milione e 100mila euro. Nell’area sportiva di Barberino Val d’Elsa, si è aperto da alcuni giorni il cantiere per la costruzione di un nuovo impianto, una palestra dalle caratteristiche di sostenibilità che sorgerà nel campo regolamentare adiacente allo stadio Leonardo Frosali.

Lo spazio, progettato dall’architetta del Comune Alessandra Saltarin, è destinato allo svolgimento degli allenamenti e delle partite degli sport di squadra come la pallamano, la pallacanestro, la pallavolo, il tennis. L’impianto si configura come una tensostruttura in legno lamellare pubblico in grado di accogliere le manifestazioni sportive indoor. E’ stata prevista inoltre la realizzazione di un parcheggio in via Alessandro Manzoni con l’obiettivo di creare una zona di accesso all’impianto sportivo e alla nuova palestra per una spesa pari a 100mila euro. La palestra ospiterà le attività indoor fino alla completa ristrutturazione della palestra Biagi per la quale prosegue la progettazione. Dopo la ricostruzione di quest’ultima, la palestra polivalente dell’area sportiva di Barberino ospiterà la nuova struttura coperta definitiva per campi da tennis.

L’assessore Fontani

“Abbiamo avviato la realizzazione di un’opera pubblica, centrale nella programmazione degli interventi nel settore sportivo – commenta l’assessore ai Lavori pubblici Roberto Fontani –  per una superficie di gioco complessiva che possa accogliere in una prima fase un campo da pallamano regolamentare, fase che corrisponde al periodo di costruzione della nuova palestra Luigi Biagi, prevista nel complesso scolastico di via Allende, e in una seconda fase due campi da tennis coperti, è notevole infatti la richiesta che proviene dal territorio e la passione della nostra comunità per questo sport”.

Il sindaco Baroncelli

“La tensostruttura è innovativa, sostenibile e presenta alte prestazioni ambientali – dichiara il sindaco David Baroncelli – molti sono gli elementi orientati a minimizzare i consumi”.

L’intervento prevede che l’impianto sia coperto da una struttura portante in legno lamellare rivestita da una doppia membrana tessile. L’impianto si caratterizza per l’adozione di materiali e impianti finalizzati al risparmio energetico e all’abbattimento dei consumi. Altri punti luce, sempre a led, sono previsti sulle uscite di sicurezza, dotati di apposita segnaletica. Sulla volta interna della copertura ad integrazione dell’impianto di riscaldamento, sarà installato un impianto di destratificazione con l’obiettivo di miscelare l’aria dell’ambiente per aumentarne il comfort ed evitare la dispersione di calore, eliminando gli effetti di condensa all’interno della copertura.

“Lo sport è uno strumento necessario al benessere psicofisico e alla socialità di giovani e adulti – conclude il primo cittadino – una risposta fondamentale al bisogno di tornare a vivere di interessi e vocazioni per il movimento e l’attività motoria”.