CAMAIORE – Programma triennale investimenti

Presentato alla stampa e alla cittadinanza il progetto di spesa e investimento che il Comune vuole mettere in campo da qui al 2025

Da qui a tre anni, nel 2025, il Comune di Camaiore metterà in cantiere, proprio in senso letterale, diversi interventi e diversi lavori. Indirizzati a strutture e edifici. Nella conferenza stampa di giovedì 17 novembre nella Sala Consiliare “P. Graziani” il sindaco di Camaiore Marcello Pierucci e il consigliere delegato alla Manutenzione, Decoro e Protezione Civile Graziano Dalle Luche hanno presentato questo programma. La cui dicitura esatta segnala “Programma triennale degli investimenti e dei lavori pubblici”.

Sono numerose le voci di spesa elencate: 39 per il 2023, 31 per il 2024 e 18 per il 2025. Per un totale investimenti di più di 13 milioni e mezzo di euro. Di cui gli interventi sono per una parte sotto diretta attenzione del sindaco. Per gli altri, l’incarico ricade sul consigliere delegato Dalle Luche.

Scuole, edifici, strade, aree pubbliche, parcheggi, piste ciclabili: l’amministrazione comunale si impegna a creare o risistemare infrastrutture nelle frazioni del Comune.

Verranno interessate le scuole Pistelli, Ferrarin, nella zona della Pieve e in via della Gronda a Lido di Camaiore. L’ex Arlecchino vede il suo progetto, in graduatoria, non finanziato dal PNRR, ma con la volontà di portarlo avanti. Si vuole intervenire su Palazzo Littorio, pur se riguarda anche il Demanio. E anche sulle case della ERP zona 167.

Numerose le strade che verranno messe in sicurezza in diverse zone del territorio, tra cui via Macchia Monteggiorini e Via Brasile. L’area della Piazza Papa Giovanni XXIII è tra le voci di spesa e verrà messa in campo una riqualificazione della zona. Il tema dei parcheggi viene molto preso in considerazione, cercando di intervenire in parte delle frazioni del territorio che soffrono la carenza di posti auto vicino ai centri abitati. Le piste ciclabili sono una delle voci di intervento.

Volontà di intervenire riguardo il mercato comunale, con il suggerimento di far unire tutti i soggetti venditori in un consorzio. Ma anche nell’ambito dello sport, con rifacimenti di manto erboso sintetico in tre aree. Rispettivamente nel centro, a Capezzano Pianore e a Lido di Camaiore. Nonché nell’ambito della sicurezza, con il rifacimento della sala adibita a sede centrale della Protezione Civile, con alcune richieste tecniche operative.

Senza dimenticare il lavoro per il progetto del Parco fluviale, che faceva parte delle iniziative di una delle liste a sostegno di Pierucci per la sua elezione.

Le cifre stanziate non sono tutte finali. Cioè non sono tutte totalizzanti delle spese che verranno sostenute per gli interventi. Dovendoci essere la anche minima necessità di aumentare la spesa, non viene negato il fatto che potranno esserci delle revisioni di bilancio a riguardo durante l’esecuzione del programma.