Canzoni che fanno stare bene: qualche consiglio… dalla scienza!

Le canzoni giuste possono risollevare l’umore. Ecco due playlist all’insegna del buonumore e del relax, consigliate dai ricercatori!

La musica può essere una componente importante nel benessere psicologico quotidiano di tante persone. A molti di noi sarà capitato di sentirci galvanizzati dall’energia di un brano ritmato, oppure cullati da melodie sognanti, dopo una giornata stressante.

Non serve quindi sottolineare il potere delle canzoni sulla nostra psiche. Certo, la fruizione della musica, come di qualsiasi forma d’arte e creatività, è fortemente soggettiva: qualcuno ama i suoni decisi e potenti, altri le atmosfere melodiche e romantiche…

Possiamo individuare dei brani che risollevino l’umore, se non di tutti, di tanti ascoltatori? Il mondo scientifico si è cimentato in questa complessa sfida, con risultati interessanti.

Nel 2015 il dott. Jacob Jolij, psicologo e ricercatore dell’Università di Groningen nei Paesi Bassi, ha addirittura ideato la “Feel Good Formula”, una formula per calcolare l’effetto positivo di una canzone sull’umore. Gli aspetti considerati nel calcolo sono diversi: la velocità del ritmo (bpm, battiti per minuto), la presenza di accordi maggiori (dal suono allegro) o minori (dal suono triste), il grado di positività espresso dal testo.

Una top ten di canzoni davvero… feelgood!

Il ricercatore ha applicato la sua formula all’analisi di oltre 200 canzoni pubblicate nell’arco di 50 anni, arrivando a selezionare una “top ten del buonumore”. Si tratta di una playlist all’insegna del pop e del rock ritmati e trascinanti, per ricevere la giusta carica.

  1. “Don’t stop me now” dei Queen
  2. “Dancing queen” degli Abba
  3. “Good Vibrations” dei Beach Boys
  4. “Uptown girl” di Billy Joel
  5. “Eye of the tiger” dei Survivor
  6. “I’m a believer” di Neil Diamond nella versione dei The Monkees
  7. “Girls just wanna have fun” di Cyndi Lauper
  8. “Livin’ on a prayer” dei Bon Jovi
  9. “I will survive” di Gloria Gaynor
  10. “Walking on sunshine” di Katrina and the Waves

La playlist del relax

Cosa possiamo ascoltare se, anziché un sound energico, cerchiamo atmosfere rilassanti per placare l’ansia?

Viene in nostro aiuto un’altra playlist, che può vantare anch’essa un’autorevolezza scientifica. È stata infatti selezionata nel 2018 da uno psicologo clinico, il dott. David Lewis-Hodgson, assieme agli scienziati del Mindlab Institute, un centro britannico di studi sul comportamento dei consumatori.

I 7 brani sono stati scelti analizzando l’esperienza d’ascolto di varie tracce da parte di 40 volontarie. Venivano monitorati aspetti come l’attività cerebrale, la respirazione e il battito cardiaco.

Ecco i brani che hanno indotto un marcato effetto “calmante” nel campione di persone coinvolte:

  1. “Pure shores” delle All Saints
  2. Duettino “Sull’aria” di Mozart
  3. “Strawberry swing” dei Coldplay
  4. “Watermark” di Enya
  5. “Mellomaniac” (Chillout Mix) di DJ Shah
  6. “Electra” degli Airstream
  7. “Weightless” dei Marconi Union

Quest’ultimo brano, dalle atmosfere molto rarefatte e spiccatamente “ambient”, è stato definito dal MindLab Institute come il più rilassante in assoluto. Il trio inglese dei Marconi Union l’ha composto proprio sulla base delle teorie scientifiche sulla musica distensiva.

Naturalmente, i brani che ci portiamo nel cuore dipendono anche dalle nostre esperienze di vita, dai ricordi che evocano. Ognuno potrebbe creare sicuramente una playlist “feelgood” personale.

Tuttavia, le proposte che abbiamo visto sono sicuramente varie e interessanti. Consideriamole, quando chiediamo alla magia delle note di regalarci un “mood” migliore!