CAVRIGLIA – Un bando per il nido “Stella Stellina”

Riaperto il bando per altre 5 iscrizioni. C’è tempo da lunedì 17 gennaio fino al 10 febbraio per presentare le domande di inserimento

A Cavriglia sono riaperte le iscrizioni per cinque posti a disposizione al Nido d’Infanzia “Stella Stellina” in Via Burzagli nel capoluogo.

Si tratta di un servizio di carattere educativo per la prima infanzia, rivolto a tutti i bambini in età compresa tra 12 e 36 mesi e consente l’affidamento quotidiano e continuativo dei bambini a figure con specifica competenza professionale.

Il nido d’infanzia è aperto in due fasce orarie: dalle 8 alle 14 e dalle 8 alle 16, per cinque giorni la settimana, dal lunedì al venerdì.

Le domande di ammissione dovranno essere presentate dal 17 gennaio al 10 febbraio 2022 e per la compilazione della richiesta è necessario essere in possesso delle credenziali del Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID).

Al momento della presentazione delle domande le famiglie sono tenute a versare, a titolo di cauzione, la cifra di € 50,00 per ogni bambino iscritto, al fine di garantire il reale interesse alla fruizione del servizio richiesto.

Tale cifra verrà restituita mediante detrazione della suddetta somma dal pagamento della prima rata mensile utile.

Non saranno accettate domande incomplete.

Si può presentare domanda per i bambini tra i 12 e i 36 mesi alla data di apertura del bando.

Inoltre, sarà possibile presentare domanda anche per i bambini che compiranno il dodicesimo mese di età entro il 31/03/2022.

La graduatoria verrà redatta in base ai criteri e ai punteggi stabiliti nell’allegato A del Regolamento comunale in materia.

La graduatoria, una volta approvata con apposito provvedimento del Responsabile di Area, sarà consultabile presso l’Ufficio Pubblica Istruzione del Comune di Cavriglia.

Per tutte le altre informazioni e disposizioni si rinvia al Regolamento dei servizi comunali della prima infanzia in vigore, contestualmente le disposizioni del nuovo avviso pubblico potrebbero subire successive variazioni in relazione agli eventuali sviluppi dell’emergenza sanitaria in atto.