F. DEI MARMI – Sull’uomo che dorme al Municipio

L’amministrazione comunale chiarisce gli aspetti di propria competenza riguardo chi ha dormito nella notte sulle scale del Municipio

L’amministrazione comunale in merito alla vicenda diffusa tramite social riguardante una persona che stanotte avrebbe dormito sulle scale del Comune in quanto privo di abitazione, intende chiarire gli aspetti di propria competenza.

Il sindaco Murzi e l’assessora Seveso

“La persona in questione – spiegano il sindaco Bruno Murzi e l’assessore alle Politiche Sociali Simona Seveso – pur essendo formalmente residente presso la casa comunale, da oltre 10 anni viveva insieme alla famiglia d’origine in altro comune limitrofo. Soltanto a fine luglio questo signore ha  presentato al protocollo del comune una domanda peraltro assolutamente incompleta per una richiesta di un alloggio di emergenza. E da quel momento è diventato a noi noto. Mentre era in corso la valutazione della domanda è pervenuta al comune una segnalazione circa uno sconosciuto che si era introdotto in un alloggio parcheggio in via Olmi, oltretutto già assegnato a famiglia fortemarmina bisognosa ed in attesa di consegna al termine dei lavori necessari.”

“Da sopralluogo effettuato dal Comando della Polizia Municipale – prosegue il primo cittadino insieme all’assessore Seveso – è emerso che la persona introdottasi abusivamente era la stessa che aveva presentato la richiesta urgente di alloggio, incurante non solo del rispetto delle procedure di assegnazione e dei diritti del legittimo assegnatario fortemarmino anche lui, ma anche delle conseguenze penali del gesto. L’amministrazione dopo averlo Invitato a liberare l’alloggio e aver proceduto alla denuncia obbligatoria necessaria, pur stigmatizzando il comportamento tenuto dallo stesso, ha attivato tutte le procedure possibili nell’ambito sociale.”

“Già fin da ieri mattina – afferma l’assessore Seveso – gli è stato formalmente notificata la possibilità di avere un posto letto per 5 notti, sistemazione transitoria in attesa di trovare soluzioni a più lungo termine. Per questo sono rimasta stupita nel trovarlo stamani davanti al portone d’ingresso del Municipio dove pare abbia passato la notte. Nel corso della mattina, tenendomi in contatto costante con il Sindaco Murzi, ho parlato personalmente con il signore in questione per comprendere come mai avesse preferito dormire su un gradino del palazzo comunale piuttosto che in un letto in un posto sicuro.”

“Purtroppo – prosegue Seveso – in questa vicenda si sono inserite delle persone pensando di sostituirsi a chi ha il ruolo e le competenze per trovare le soluzioni, al punto di arrivare a strumentalizzare la vicenda, destabilizzando una persona fragile che invece necessita di seguire un percorso di sostegno ufficiale. Sono comunque soddisfatta che alla fine della lunga mattinata questa persona abbia compreso che l’amministrazione e i servizi sociali, appena venuti a conoscenza della sua situazione si sono immediatamente attivati per indicargli le corrette procedure, tant’è che ha accettato i servizi e le soluzioni che gli abbiamo proposto.”

“E’ bene chiarire – conclude il sindaco – che dal 2017, inizio del mio mandato, questo signore non si è mai presentato ai servizi sociali e che in ogni caso l’occupazione abusiva di un alloggio è assolutamente inaccettabile e condannabile soprattutto per tutelare i diritti delle persone che ne hanno diritto. Tanto è vero che abbiamo già avviato le verifiche di tutti gli alloggi comunali assegnati per controllare se gli assegnatari hanno ancora i requisiti necessari.”