FIRENZE – La Festa degli Omaggi

Del Calcio Storico Fiorentino e del Corteo della Repubblica Fiorentina. Parata per le vie del centro storico e saluti alle autorità

Si è svolta la Festa degli Omaggi, una delle nostre tradizioni più belle della città e che ha visto tornare a sfilare, dopo un anno di stop, il Corteo della Repubblica Fiorentina ed i rappresentanti del Calcio Storico Fiorentino.

Il presidente Pierguidi

“Con questa parata il Calcio Storico rende omaggio alle autorità cittadine e per me – spiega il presidente e consigliere speciale del sindaco per le tradizioni popolari Michele Pierguidi – è stato davvero un privilegio sfilare con tutti per portare il saluto di Firenze al Giuseppe Cardinal Betori, al Prefetto Valerio Valenti, alla Consigliera della Città Metropolitana Letizia Perini e alla vicesindaca Alessia Bettini. Ma la festa è proseguita al Palagio di Parte Guelfa, dove il Corteo e il Calcio Storico hanno premiato i personaggi che si sono distinti in questi anni per la loro attività: da quanti hanno festeggiato i tanti anni di impegno come personaggi storici, al miglior calciante del 2021, Jacopo Bastiani. E ancora, chi lavora con impegno per la città e le sue tradizioni, come l’Associazione 50 Minuti e il Gruppo Giudici e Arbitri del Calcio, e i tanti calcianti ed ex calcianti che si sono impegnati per gli altri nei mesi più duri della pandemia. È stato un omaggio doveroso a tante persone speciali, ed è stato il modo migliore per augurare a tutti il più sentito buon Natale”.

Sono stati consegnati dei riconoscimenti a chi ha dedicato tempo e risorse per dare un aiuto concreto a chi si trovava in grossa difficoltà nel periodo del primo lock-down. Con la motivazione: “A chi ha saputo onorare con il proprio impegno il nome, la tradizione e lo spirito della nostra città” sono stati premiati Lorenzo Dei, l’ Associazione 50 minuti – Vecchie glorie del Calcio Storico Fiorentino, Massimo Nigi, Fabio Crescioli, Marco Agresti, Gianluca Lapi, il gruppo dei giudici – arbitri, il colore Bianco e il presidente degli Azzurri, vincitori dell’ultimo torneo, Maurizio Matta.

Il direttore Giovannelli

“È una delle manifestazioni istituzionali che preferisco. Il Corteo Storico della Repubblica Fiorentina omaggia le più alte cariche cittadine con una sfilata, portando degli omaggi natalizi.

Un gesto importante, istituzionale, che coinvolge la popolazione – aggiunge il direttore del Corteo Storico della Repubblica Fiorentina Filippo Giovannelli – e la rappresentatività legata alla storia della città a favore delle istituzioni. È un riconoscimento biunivoco di rispetto e considerazione reciproca per l’impegno nel proprio lavoro e dell’opera di volontariato a favore della città!

Una manifestazione sobria, senza eccessi, che rappresenta lo spirito di tutti coloro che vogliono servire Firenze con amore, passione e spirito rispettoso dei ruoli di ognuno, riconoscendone gli ambiti di azione”.

Per il Corteo Storico della Repubblica Fiorentina sono stati premiati con l’onorificenza della Chiave di San Gallo, premio alla fedeltà e competenza, per il 2020 ad Andrea Di Stefano (Capogruppo Figure Singole), Lorenzo Acuti (Bandierai degli Uffizi), Andrea Breschi (Capogruppo del Quartiere di Santa Croce), Maurizio Maleci (Capogruppo dei Balestrieri Fiorentini). Per il 2021 a Giuseppe De Santis (Alfiere di Santa Croce), Gianni Palchetti (Capogruppo dei Musici), Andrea Borgonetti (Pallaio) ed Antonio Coradossi (Capitano delle Artiglierie).