CAMPO DI MARTE - Editoriale di Aldo Belli

Green Pass in chiesa, Rifondazione è alla frutta

di ALDO BELLI – In Italia cresce il dibattito sulla Costituzione e Rifondazione Comunista pensa al Green Pass anche per entrare in Chiesa.

Ci sarà pure un motivo per cui un pezzo grande dell’Italia vive da anni nel disagio quotidiano, economico e sociale, e anziché rivolgersi alla sinistra si dirige verso altre sponde. Perché alla sinistra? Perché storicamente in Italia l’opposizione al sistema è sempre stata un requisito costitutivo della sinistra, vuoi con accenti più o meno estremi o riformisti. La sinistra comunista e socialista bandiera prima di tutto della Costituzione, del diritto alla lavoro e alla giustizia sociale.

“Rifondazione Comunista si associa all’UAAR nel ritenere grave il trattamento differenziato che il governo riserva alle chiese. Perché il green pass non è previsto per andare a messa? Eppure anche i luoghi di culto possono essere occasione di assembramento. Quali sono le considerazioni sanitarie che hanno portato all’esclusione? Si ha l’impressione di una clericalata per non irritare gerarchie cattoliche”. Firmato: Maurizio Acerbo, Segretario nazionale, Partito della Rifondazione Comunista – Sinistra Europea.

UAAR, spiego ai lettori, sta per Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti. Ho rispetto per tutte le confessioni e opinioni, anche per le religioni che negano la religioni. Dico solo che un tempo, l’ambizione dei comunisti era quella di essere un partito di massa.

Nel paese sta crescendo il dibattito sulla costituzionalità di molti provvedimenti legati alla pandemia, tra questi anche il Green Pass. Dopo un lungo sonno è riapparsa la tensione intorno ai diritti individuali, al significato costituzionale di cittadinanza, il tema del diritto alla salute sta lacerando carne e anima degli italiani di fronte ad un sistema sanitario nazionale distrutto per incapacità e volontà politica neo-liberista tanto dal governo centrale che dalle Regioni. La scuola e l’università sono allo sfascio e il disagio giovanile anche se muto è palpabile. La disoccupazione è crescente, e mette al rischio di estinzione la stessa istituzione della famiglia. E il segretario nazionale del Partito della Rifondazione Comunista-Sinistra Europea a cosa pensa? All’obbligo del Green Pass per andare a messa. Già che c’era, poteva chiedere al governo anche un decreto sull’Eucarestia.

Anche per accedere nei circoli di Rifondazione Comunista presumo che Acerbo abbia ordinato obbligatorio il Green Pass. Prossima tappa Bandiera Rossa: “Avanti Popolo alla riscossa, il Green Pass trionferà!“.