Home CULTURA E SOCIETA'TAVOLA APPARECCHIATA - di Matteo Baudone I legumi, proteine ecosostenibili per l’agricoltura e il pianeta

I legumi, proteine ecosostenibili per l’agricoltura e il pianeta

by Matteo Baudone

Forse non molti sanno che i legumi, oltre ad essere un alimento molto importante nella dieta delle persone, rappresentano la salvezza della terra da coltivare. Perché le loro piante sono in grado, durante la crescita, di restituire sostanze benefiche per una successiva coltivazione, oltre a far riposare il terreno con l’erba spontanea e accumulare concime animale sotto forma di feci per quegli animali che fanno da pascolo su quelle terre in tempo di erba spontanea.

Detto questo si passa a vedere cosa sono i legumi e perché è meglio mangiarne rispetto alla carne animale. I legumi sono le cosiddette proteine vegetali, perché sono composti dalla stessa sostanza della carne ma hanno un utilizzo biologico diverso anche se parallelo rispetto alle proteine animali. Poi si possono vedere vantaggi e svantaggi tra chi produce proteine animali e chi coltiva proteine vegetali. Senza togliere che sono due produzioni che si compensano nella dieta degli individui.

Prima di tutto, come detto sopra, sono più sostenibili per i contadini, perché la loro crescita non è così ad impatto come l’allevamento della carne, non solo per il prato e il verde che viene consumato dalle bestie, ma per la quantità di acqua che un animale deve bere per crescere in quota maggiore e più a fondo perduto rispetto al coltivare piante di legumi. Poi i legumi hanno una conservazione più lunga sia essiccati sia confezionati nei comuni barattoli, mentre invece la carne ha bisogno di un consumo immediato non appena l’animale viene soppresso per essere tagliato nelle sue parti. Terzo ma non ultimo, la generazione di un legume è di tipo vegetale, cioè seminando e coltivando piante sul terreno. Mentre invece la carne ha una generazione animale, con lo svezzamento e l’allevamento dei piccoli fino alla loro maturità. Senza dimenticare le norme e le leggi di tutela biologica degli animali da cuccioli fino all’età di macellazione.

Quindi a leggere tutto questo si potrebbe tranquillamente lasciar stare gli animali e preferire i legumi. Ma non è cosi al 100%. Esistono infatti persone che per scelta etica o di altro tipo non mangiano animali in maniera più semplice oppure non mangiano fino alla fonte qualsiasi tipo di proteina animale. E sovente queste persone devono integrare la loro dieta con sostanze che aumentano il quantitativo di proteine nel sangue e nel corpo fino ad arrivare alla quota essenziale per la vita comune.

Le proteine animali sono quindi necessarie, ma si può tranquillamente ridurle nel consumo più generale rispetto a chi le toglie del tutto in forma animale. Perché le proteine dei legumi in larga parte possono coprire il fabbisogno corporeo e hanno alla fonte una produzione più sostenibile per il pianeta piuttosto di allevare animali per sfamare la gente.

Senza però dimenticare che in una dieta bilanciata, come la dieta mediterranea, devono esserci sia proteine vegetali sia animali, a cui si aggiungono carboidrati del pane e della pasta, fibre dei cereali, vitamine e minerali di frutta e verdura e grassi buoni in parte maggiore rispetto a quelli dannosi ma non cancellabili. Con la conseguente sfiducia che ci deve essere verso dottori o definiti tali che dicono che per vivere, o nei casi più ingolosenti dimagrire, bisogna eliminare le proteine animali o una delle 5 categorie sopra elencate.

Le proteine sono parte fondante dell’organismo. Ma sempre più in la con la vita del pianeta bisognerà ridimensionare la produzione animale a vantaggio di quella vegetale. Perchè allevare un animale consuma risorse del pianeta in misura molto forte rispetto alle piante. Tra cui i legumi.

You may also like

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accetto Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy