FOCUS

Il candidato GDG fuori legge diserta gli incontri pubblici

di MATILDE TORRE – Con oggi è il terzo confronto pubblico dei candidati sindaco assente Del Ghingaro: Porto, Ambiente, Casa delle Donne

Le immagini parlano da sole. Venerdì pomeriggio al confronto di tutti i candidati sindaco organizzato dalla Cooperativa Porto Turistico Viareggio, sul Porto, non si è fatto vedere; la sera ha disertato il confronto pubblico dei candidati sindaco sull’Ambiente organizzato dal Comitato per la Salvezza della Pineta (presenti un centinaio di cittadini); e questa mattina non si è fatto vedere neppure al confronto organizzato dalla Casa delle Donne. A Viareggio ormai, a quanto pare siamo alla frutta per il Sindaco Uscente. E’ difficile dire con quale coraggio apra il suo programma elettorale scrivendo “realizzeremo” i nostri obiettivi “insieme ai cittadini, con determinazione e tenacia, con umiltà e coesione”, se addirittura gli viene la febbre solo ad incontrare i suoi competitori elettorali. Ma già! per il Prezioso tutti coloro che non gli stendono proni il tappeto rosso sono dei provocatori, e va da sé che in un pubblico confronto ciascuno esprima invece liberamente le proprie idee. Lui parla solo attraverso Facebook e se ne sbatte di tutti, sputando in faccia alle leggi delle Repubblica Italiana (disobbedendo anche al Prefetto di Lucca) che vietano l’uso dell’ufficio istituzionale del sindaco per fare campagna elettorale personale di candidato (diritto alla parità di condizioni per tutti i candidati garantito dalla Costituzione). In Comune, cioè nella casa di tutti i cittadini di ogni colore, Del Ghingaro ha avuto pure la spudoratezza di presentare la sua lista elettorale di privato cittadino, come dimostra la foto che pubblichiamo. Ma probabilmente, a Viareggio (unica in Italia a dare uno spettacolo del genere) va bene così.

Ecco le violazioni di legge

Art.9 primo comma della Legge 22 Febbraio 2000, n. 28: “Dalla data di convocazione dei comizi elettorali e fino alla chiusura delle operazioni di voto è fatto divieto a tutte le amministrazioni pubbliche di svolgere attività di comunicazione ad eccezione di quelle effettuate in forma impersonale ed indispensabili per l’efficace assolvimento delle proprie funzioni”.

Decreto del Prefetto di Lucca del 1 settembre 2009:

PS: Nel caso in cui avessimo preso un abbaglio sul luogo dove è stata scattata la foto (video divulgato pubblicamente) che ritrae il candidato Del Ghingaro in Comune, siamo pronti ovviamente a porgere le nostre scuse e rettificare.