Ospedale di Lucca
ATTUALITA', Cronaca di Lucca

Il Comitato Sanità Lucca compie vent’anni

Il Comitato lucchese interviene per ricordare l’attività svolta e che proseguirà per salvaguardare la sanità pubblica anche a Lucca.


Comitato Sanità Lucca (in memoria di Raffaello Papeschi)

Il Comitato Sanità Lucca compie vent’anni. Nulla da celebrare. Ma l’occasione per ricordare, per grandi linee, la nostra storia e i nostri obiettivi. E della nostra storia è parte indimenticata il dottor Raffaello Papeschi, fin dalla nascita anima del comitato, che purtroppo ci ha lasciati .

Dal 2001 operiamo nella nostra città per  la difesa della sanità PUBBLICA, bene comune fondamentale. Ci siamo  fin dall’inizio battuti  con durezza perché il Campo di Marte restasse l’Ospedale della nostra città, rendendoci conto che il San Luca era sottodimensionato e in una ubicazione  infelice. E quando il Campo di Marte è stato dismesso abbiamo lottato perché restasse ad uso socio sanitario e di proprietà pubblica. I fatti della pandemia ci hanno dato ragione . Il  vecchio Ospedale è stato essenziale nell’accoglienza dei pazienti covid e nella gestione delle vaccinazioni.

La prova che  il PATRIMONIO PUBBLICO, in particolare quello a destinazione sanitaria, NON PUO’ ESSERE VENDUTO. Così come sosteniamo che alle strutture che si occupano di salute pubblica NON PUÒ ESSERE DATO IL NOME DI AZIENDA e non si possono applicare le procedure che si applicano alle linee produttive. Salute pubblica e profitto non possono stare insieme.  Perciò è fondamentale che i parametri con cui vengono valutate le prestazioni del sistema sanitario siano  completamente rivisti.

Altro obiettivo per cui il comitato si batte e si è battuto, fino a proporre  la indizione di un referendum,  è il ritorno alle USL provinciali. Il referendum ,  purtroppo, non si è tenuto perché la Giunta Regionale e  la maggioranza che la sostiene  “stracciarono” le 55.000 firme dei cittadini toscani che  lo chiedevano.

La riforma che ha portato all’accorpamento del Servizio Sanitario toscano in tre sole  ASL ha nei fatti evidenziato che le criticità che il comitato referendario aveva rilevato: distanza dai territori dei decisori, mancanza di controllo democratico su un bene pubblico, erano e sono effettive. Della  medicina territoriale, degli ospedali di comunità e locali, un sistema che è stato nel tempo smantellato e che è urgente e indispensabile ricostruire, parleremo. A breve. Ci auguriamo che   l’esperienza del Covid abbia insegnato  qualcosa. E che i fondi europei siano utilizzati in questo senso.

Queste ormai sono considerazioni che vengono fatte pubblicamente da sindaci, consiglieri e responsabili locali della Sanità del PD. – Comitato Sanità Lucca (in memoria di Raffaello Papeschi)