Il Donbass. Una verità nascosta

Sabato 28 gennaio ore 16. al Circolo Arci “Scintilla” di Agliana (PT) David Cacchione presenta “Piovono bombe – Una settimana in Donbass”.

Sabato 28 gennaio 2023, alle ore 16.00, presso il Circolo Arci “Scintilla” di Agliana (PT) si terrà la presentazione, in presenza dell’autore, del libro di David Cacchione “Piovono bombe – Una settimana in Donbass” edito dalla editrice Red Star Press di Roma.

Interverranno: Paolo Zara, Segretario Prov.le del PCI, Marco Barzanti, Segretario reg.le del PCI e l’Ass.ne CUBA Mambi, oltre all’autore David Cacchione. Seguirà un dibattito aperto, oltre che agli iscritti e simpatizzanti del PCI, a tutta la popolazione interessata ad avere un contributo di conoscenza obbiettivo e non propagandistico sulle vicende del Donbass e dell’Ucraina dal 2014 ad oggi.

“Questo evento” spiegano gli organizzatori, “si colloca, infatti, nella linea di sostegno alla pace che il Partito Comunista Italiano ha sempre sostenuto e, in particolare, dall’inizio di questa guerra, operando per interrompere le pesanti interferenze internazionali degli Usa e della Nato nei confronti dell’Italia e della U.E. Una guerra, questa come le molte altre nel mondo, voluta e provocata dagli Usa, fin dagli inizi degli anni 2000, per tutelare i propri interessi geopolitici, commerciali ed economici, che vedono il mondo soggetto al monopolio fiscale ed economico nord americano che arriva ad imporre all’Unione Europea ed all’Italia, ridotte al mero stato di colonia, l’interruzione dei rapporti politici e commerciali con Russia e Cina.

Su questa linea anche il commento della casa editrice Red Star Press nella presentazione del libro: ”……. l’informazione mainstream ha “coperto” l’operazione speciale di Mosca, si potrebbe tranquillamente avere l’impressione che prima del 24 febbraio del 2022 l’Ucraina non esistesse affatto. Come, prima di allora, non sarebbe esistito neppure il Donbass. I fatti, però, dicono altro. E continuano a ricordare – oltre alla massiccia insorgenza neonazista ucraina – la strage alla Casa dei Sindacati di Odessa del 2 maggio 2014 insieme agli oltre 14mila morti patiti dalle Repubbliche Popolari nei lunghi anni di bombardamenti ordinati dal governo di Kiev. Tra i testimoni del conflitto, David Cacchione che, insieme alla Carovana Antifascista, non ha mai mancato di denunciare quanto stava accadendo nell’indifferenza generale a poche ore di aeroplano da Roma e che, con Piovono bombe, torna in Donbass per dare voce a una realtà che si muove in direzione ostinata e contraria rispetto al clima di imperante russofobia. Una testimonianza preziosa contro l’ipocrisia con cui l’Unione Europea e la Nato continuano a servire gli interessi economici e politici dell’imperialismo statunitense, a costo di trascinare il mondo intero in un nuovo conflitto mondiale..”