Paolo Amabile e Francesca Apolloni
Cronaca di Siena e provincia, CULTURA E ARTE - di Giuseppe Rudisi, Eventi: Arte Musica e Teatro

Il Festival della Salute 2020 a Siena dal 12 al 15 novembre

di GIUSEPPE RUDISI – Paolo Amabile (ideatore del festival) e Francesca Apolloni (assessore alla Sanità del Comune di Siena), 2020 in Web e TV

E’ un Festival che si apre al momento giusto, quando i temi che vuole approfondire sono all’attenzione di ognuno di noi: è il “Festival della Salute 2020” giunto alla sua 13° edizione. Per 4 giorni, dal 12 al 15 novembre, sarà un crocevia di incontri tra esperti, dibattiti, rubriche e approfondimenti che verteranno su tutte le tematiche che oggi il termine ”salute” può abbracciare. La sede di questa manifestazione è Siena, grazie all’attenzione e ella collaborazione che il Comune, la Regione Toscana e l’Università senese gli hanno dedicato, ma in realtà è la Tv e il web perché, in tempi di acuta pandemia, non è possibile che relatori e pubblico s’incontrino fisicamente. Tutti gli eventi programmati, pertanto, saranno visibili sia in diretta che in registrata attraverso un network di televisioni locali che ne hanno garantito la trasmissione non stop (Canale 3 in Toscana sulle frequenze 12 e 95, sulla 118 di Lepida Tv in Emilia Romagna, e sui loro canali YouTube). Altra modalità di fruizione sarà il web dal sito www.festivaldellasalute.it e dai social collegati alla manifestazione.

Come per ogni Festival che si rispetti, l’elemento catalizzatore dell’evento sarà il programma. Dalle 16.30 del 12 alle 12,20 di domenica 15 novembre sarà un susseguirsi continuo di eventi, tavole rotonde e rubriche su tematiche specifiche dove si parlerà di lotta al Covid-19, di prevenzione sanitaria, sarà celebrata la Giornata mondiale del diabete e quella del Sangue, verranno accesi i riflettori sui monumenti più prestigiosi di Siena e lanciate proposte di dibattito alla politica e alla platea nazionale degli operatori medici.

Sono in programma 40 incontri e 16 rubriche a cui parteciperanno oltre 130 relatori provenienti da tutta Italia e dall’estero, che coinvolgeranno soprattutto quei cittadini che vogliono informarsi, capire e riflettere, sentendo direttamente dagli esperti più qualificati quali siano le problematiche da superare, i trend, le prospettive sul bene più importante che possediamo, ovvero, la nostra salute.

Luigi De Mossi, sindaco di Siena

Quali gli eventi più stimolanti? Solo per dare un’idea della eterogeneità degli argomenti trattati, senza nessuna pretesa esaustiva, segnaliamo alcuni titoli : “Il vaccino per tornare alla normalità Ma non c’è solo il covid”; “La salute oggi: tutti ne parlano ma nessuno sa cos’è”, ”Benessere e salute mentale durante e dopo la Pandemia: strategie per migliorare la qualità della vita”, “Come il COVID ha cambiato la sessualità”, “L’immunoterapia oncologica”, ”Femminicidio e violenza sulle donne si aggrava in lockdown”, Medici Senza Frontiere”, “Cibo e salute, “La Medicina del mare”, “L’ospedale del futuro”, Il male della solitudine”, “La medicina di genere”, “La cultura del movimento”, “Bellezza e salute”… e moltissimi altri incontri di pari interesse e valore.

In un “Festival” i nomi e i titoli dei relatori sono uno degli elementi che lo caratterizzano, un autorevole comitato scientifico, di concerto con gli organizzatori del Festival della Salute li ha scelti con cura; impossibile nominarli tutti, ma sarà possibile ascoltare i pareri e le esperienze di oncologi di chiara fama come Michele Maio, bioetici come Carlo Bellieni e Lourdes Velasquez, il senologo Massimo Ferrucci, la sessuologa Roberta Rossi, il microbiologo Rino Rappuoli, l’ex CT della Nazionale di pallavolo Mauro Berruti e tantissimi altri scienziati ed esperti a cui si aggiungono il neo presidente della Regione Toscana Eugenio Giani e il nuovo assessore alla Sanità Simone Bezzini entrati in carica in piena pandemia accollandosi l’onere delle prossime scelte amministrative locali in tema sanitario.


L’organizzazione è dell’Associazione Culturale Eventi Diversi, mentre produzione e regia sono della Good Event di Bologna con il suo amministratore Paolo Amabile, ideatore di questo Festival fin dalla prima edizione a Viareggio del 2008.

Il Festival della Salute sarà trasmesso da: