Museo Ugo Guidi (Forte dei Marmi)
ARTE, COMMENTI E CULTURA, CULTURA E ARTE - di Giuseppe Rudisi

Il Museo Ugo Guidi da Forte dei Marmi in Cina

di GIUSEPPE RUDISI – La mostra “Il Potere del Colore” in Cina su 400 grandi schermi a led e visibile sul web in tutto il mondo

Musei chiusi? C’è chi non si scoraggia e trova modo e maniera di far circolare lo stesso l’arte e di promuovere il lavoro degli artisti nel mondo anche in tempi di pandemia. Ci riferiamo al MUG (Museo Ugo Guidi) di Forte dei Marmi che, dal 5 dicembre, lancia una mostra on line dal titolo “Il Potere del Colore” che si avvarrà delle opere degli artisti mosaicisti Suzanne Spahi e Enzo Tinarelli e della pittrice Maria Rita Vita. Si può vedere la mostra interattiva cliccando qui.

Da Forte dei Marmi raggiungerà tutta la Cina

Grazie alla potenza del web e dei suoi canali di diffusione, l’evento avrà una risonanza internazionale: sarà infatti promossa e diffusa in tutta la Cina su 400 grandi schermi a led per celebrare il 50° anniversario della fondazione delle relazioni diplomatiche tra Cina e Italia e l’anno culturale e turistico sino-italiano.

Il professor Vittorio Guidi, direttore del Museo Ugo Guidi

Ciò deriva dalla partnership tra il Museo Ugo Guidi e il Centro Sino Italiano di Design che ha sede a Firenze e Shanghai e gestito da DoBe Group che è il capo fila di altre importanti istituzioni culturali cinesi. Il progetto è patrocinato dal Comune di Firenze e dall’Associazione dei Musei d’arte contemporanea italiana. Curatore della mostra è il Prof. Vittorio Guidi, è il direttore del M.U.G. che prende il nome dal padre Ugo Guidi, un grande scultore, molte delle sue opere sono esposte nella casa museo dove, dalla prima edizione del 2007, sono già state organizzate circa 160 esposizioni estemporanee d’arte contemporanea nelle quali si sono alternati importanti autori italiani e internazionali, in particolare: Ernesto Treccani, Alba Gonzales, Ottone Rosai e tanti altri nomi di spicco.

A Toscana Today il Prof. Guidi ha dichiarato: “Con Il Potere del Colore siamo già al terzo evento artistico condotto con i nostri partner cinesi ma proseguirà, sia a Natale che nel prossimo anno. Non è la prima volta che varchiamo i confini con la Cina, in passato avevamo inviato quattro nostri artisti completamente spesati presso l’Università di Nanchino e, nella piccolezza della nostra realtà, siamo molto orgogliosi del consenso che stiamo ottenendo a livello internazionale perché abbiamo ricevuto molte richieste di collaborazione dall’estero”.

La mostra “Il Potere del Colore”

Venendo a “Il Potere del Colore” e ai tre artisti, le cui opere potranno essere ammirate on line per mezzo di tecniche audio e video molto efficaci e professionali.

Suzanne Spahi

Si comincia da Suzanne Spahi, nata in Canada ma profondamente radicata nelle sue origini Turche, Siriane e Tunisine essendo i suoi genitori nati ad Alessandria d’Egitto. Dal 1993 si è gradualmente avvicinata a quella che è divenuta un’irrefrenabile passione per i mosaici. Nel 2001, dopo un breve corso a Ravenna, si innamorò profondamente dei mosaici bizantini, scoprendo un linguaggio completamente nuovo. Laureata in letteratura francese (McGill University) le sue ultime opere artistiche sono integrate di elementi letterari. Suzanne, nel 2003 ha fondato Mosaikashop con il supporto di Mosaika, famosa per i suoi mosaici pubblici di grandi dimensioni, espone con frequenza in mostre collettive e simposi sul mosaico in Italia. Viaggia molto insegnando le tecniche della sua arte in tutto il mondo e raccontando le sue affascinanti storie sui suoi tappeti mosaico. Dopo aver lasciato di recente Montreal ha realizzato il suo sogno di vivere e lavorare in Italia stabilendosi a Carrara.

Enzo Tinarelli

Anche il Prof.re Enzo Tinarelli è un mosaicista, vive tra Carrara, Ravenna e periodicamente a Bordeaux, dal 1991 apre un atelier a Biganos. Diploma presso l’Istituto Statale d’Arte per il Mosaico nel 1980 e dell’Accademia di Belle Arti di Ravenna nel 1984. Ha insegnato in vari Istituti e Accademie. Dal 1992 è docente di Plastica Ornamentale e mosaico presso l’Accademia B.A. di Carrara; dal 2012- 2017 è incaricato di Tecniche del mosaico all’Accademia di Ravenna. Dagli anni ottanta espone in numerose mostre personali e collettive in Italia e all’estero in spazi pubblici e gallerie private. I suoi interessi estetici spaziano dalla sperimentazione dei linguaggi pittorici a quelli plastici, con particolare e intensa attività in ambito del mosaico artistico, questo ultimo sviluppato in vari ambiti di ricerca: formativo, applicativo, sperimentale. Ha organizzato convegni specifici e conferenze sul mosaico come ri-possibilità contemporanea estetica. Collabora con artisti e designer per la realizzazione di loro progetti musivi. Negli anni novanta ha collaborato con il regista teatrale Ezio Cuoghi e Giorgio Celli in tre spettacoli sperimentali presso il centro Video Arte di Ferrara e il Dip. di Fisica della stessa città. Del suo lavoro hanno scritto numerosi storici e critici d’arte in cataloghi personali e collettivi, articoli, recensioni. Ha realizzato 50 mostre personali e 200 mostre collettive in vari paesi

Maria Rita VIta

La pittrice Maria Rita Vita nasce nel 1966 a Massa Carrara, Da un ventennio si dedica all’arte in modo esclusivo, studiando con Maestri riconosciuti e ad una Scuola d’arte. Debutta alla Marguttiana di Ronchi. Le sue prime personali hanno luogo a Villa Chiff Giorgini, poi a Villa Cuturi ed infine presso la Casa Museo Ugo Guidi. Questi sono anche gli anni dei primi riconoscimenti, in particolare la scelta di una sua tela, a tutt’oggi custodita nella pinacoteca al Museo di Forte dei Marmi, per le “Giornate Europee del Patrimonio” e della “Giornata del contemporaneo” indette dal MIBACT. Nel 2017, il primo tour nazionale con la mostra “Metafore di Vita”, prima tappa al Circolo del Ministero degli Affari Esteri, con presentazione del critico d’arte Lorenzo Canova, curatore con Maurizio Calvesi della collezione d’arte contemporanea della Farnesina e consigliere della Fondazione De Chirico e con particolare rilievo l’accurata nota critica dell’Ambasciatore Umberto Vattani, diplomatico e collezionista nonché fondatore della citata collezione di arte contemporanea della Farnesina e di quella del Circolo, in cui figurano opere dei più grandi Maestri italiani del contemporaneo tra le quali resta conservato un dipinto Vita. Marguttiana d’Arte di Forte dei Marmi dove fa parte del Consiglio Direttivo dell’organizzazione dell’evento storico annuale.
Giuseppe Rudisi

(foto: gentilmente concesse dal Museo Ugo Guidi)