CRONACA, Cronaca della Versilia

Il sindaco di Forte dei Marmi saluta gli Alpini nel 77° anniversario di NikolaJewka e Waluiki

Circa 40 000 uomini rimasero morti nella neve, dispersi o catturati

Il Sindaco Bruno Murzi questa mattina si è recato presso l’auditorium della scuola “Ugo Guidi” per portare il saluto dell’Amministrazione comunale alla Associazione Nazionale Alpini in occasione del primo dei tre giorni dedicati alla commemorazione del 77° anniversario delle battaglie di Nikolajewka e Waluiki, consumatesi durante la ritirata delle forze dell’Asse alla fine della Campagna di Russia.

Il 16 gennaio 1943, giorno di inizio della ritirata, il Corpo d’Armata Alpino contava 61 155 uomini. Dopo la battaglia di Nikolaevka si contarono 13 420 uomini usciti dalla sacca, più altri 7 500 feriti o congelati. Circa 40 000 uomini rimasero indietro, morti nella neve, dispersi o catturati. 

“Non riesco a immaginare quanto possano aver sofferto quei soldati che presero parte a questa spedizione – ha commentato il sindaco Murzi– Spediti alla volta della Russia, scarsamente equipaggiati e con la consapevolezza che probabilmente non avrebbero fatto ritorno, questi uomini rispettarono comunque il loro mandato con grande coraggio. È dunque un nostro dovere onorare e commemorare coloro che si sacrificarono nel corso di questi tragici eventi”.

(foto: Ufficio stampa Comune di Forte dei Marmi)