Home CAMPO DI MARTE - di Aldo Belli Incendi in Toscana, ma la colpa non è di chi brucia…

Incendi in Toscana, ma la colpa non è di chi brucia…

Incendi in Toscana

Hits: 4

Troppi incendi, forze sottratte all’Emergenza Coronavirus, chi non rispetta il divieto di abbruciamento

C’è il divieto assoluto abbruciamenti in vigore fino al 15 Aprile (per il momento). Da che mondo è mondo sono sempre esistiti gli idioti e i criminali. Non dobbiamo quindi meravigliarci se nel casino globale che stiamo vivendo, qualcuno appicchi il fuoco agli arbusti. Quello che, invece, continua a meravigliarmi è che gli idioti e i criminali non vengano presi a calci nel culo. Perdonatemi la volgare franchezza, ma rende l’idea. Ho sempre pensato che lo Stato quando di fronte agli idioti e ai criminali non è capace di fare rispettare la legge e l’interesse della collettività, con i fatti e non con i bla bla bla… Non è uno Stato, ma la negazione di uno Stato.

Il quadro si è fatto chiaro in queste ore. “Sono una decina gli interventi negli ultimi giorni dal sistema regionale che contrasta gli incendi boschivi (AIB). Il fuoco, spinto dal perdurare di condizioni meteo favorevoli agli incendi, ha interessato quasi tutte le province” scrive la Giunta Regionale Toscana una manciata di minuti fa.

Gli incendi più importanti sono scoppiati a Biecina, nel comune di Villa Basilica (provincia di Lucca), dove il fuoco ha percorso 15 ettari in due giorni bruciando un bosco ceduo e a Nocchi, nel comune di Camaiore dove in una zona impervia sono bruciati 1,5 ettari di un bosco misto di resinose. Altri eventi in Mugello e Casentino dove i danni sono stati fortunatamente più limitati. Numerosi però sono stati i piccoli principi di incendio o le segnalazioni con relativo controllo dovute alla pratica di bruciare gli scarti di potatura.

48 squadre impiegate e sottratte ai servizi di emergenza Coronavirus “In questo periodo sono state complessivamente impiegate – soprattutto negli ultimi 2 giorni – 48 squadre del Coordinamento volontariato toscano, una ventina fra squadre di operai e direttori operazioni, tre elicotteri con più di 50 ore di volo, numerose squadre dei Vigili del fuoco in supporto e varie pattuglie delle forze dell’ordine per la chiusura delle strade e per le indagini sulle origini degli eventi”. 

Anche gli idioti e i criminali, piccoli o grandi che siano, cari lettori, contribuiscono al nostro debito pubblico. E pure morale.

You may also like

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accetto Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy