Lettera22 - Il Caffè-libreria (Viareggio)
LA CULTURA

LIBRI AL MARE – A Viareggio ‘Lettera22’, il Caffè-Libreria

Martedì 15 giugno ore 19.30 il primo incontro con l’autore: Michele Ceccherini “E questo è niente” – Tutto il programma.

Sarà per l’effetto che produce la luce naturale, praticamente fino all’ora del tramonto, o per l’arredamento sobrio stile Ikea sul parquet nero che rende l’aria familiare in uno stile fresco e giovanile: fatto è che Lettera22 è un Caffè-Libreria dove svanisce il peso dei libri senza niente togliere al loro primato. Va detto anche che a differenza del Café letterario, la cui anima ruotava intorno agli scrittori famosi, questa è una libreria dove prima ancora di vendere libri – e senza cedere alla prosopopea intellettuale – si offre un sorriso. Capita così di entrare accolti dalla lagna o dal grido irriverente di un bambino che sfila la manina dalla stretta della madre per impadronirsi del libro illustrato che l’ha attratto nel corner dedicato ai libri per l’infanzia, o di vedere una giovane madre in disparte seduta ad allattare, o due clienti indifferenti verso il tavolo vicino che si sono dati appuntamento per parlare di lavoro. Una ragazza picchietta sulla tastiera del suo computer, un’altra ripete a mente il libro di testo aperto in preparazione dell’interrogazione del giorno dopo. Intanto, c’è chi sfoglia le novità, o scorre i titoli negli scaffali in cerca di un autore.

Un caffè, una birra o una centrifuga di frutta e verdura fresca, secondo l’ora l’aperitivo, anche da soli si trova sempre a Lettera22 qualcuno con cui condividere la compagnia. Un dolcetto, una focaccina al mattino preparata sul momento, sul banco fanno mostra colorata una serie di cioccolate e di caramelle con l’illustrazione antica. Le librerie sono come sacri templi del sapere, sempre meglio però una chiesa frequentata che una chiesa deserta che mette tristezza. Lettera22 è stata adottata da molti nelle proprie abitudini quotidiane, senza distinzione di età,. E a quanto pare i libri ne sono felici, probabilmente perché si sentono meno soli. Anche gli autori emergenti apprezzano, proponendosi da ogni parte d’Italia per ottenere un giorno del calendario per presentare il proprio ultimo libro, o spesso la loro opera prima.

Lettera22 rappresenta un altro modo di fare libreria: uno spazio creato nel quale ciascuno si senta a proprio agio. Per Elena, la libraia, il sorriso non fa differenza tra un caffè servito al tavolo o il suggerimento di una lettura, perché non esiste una libreria senza il libraio, e la prima regola di un vero venditore di libri è sempre la stessa da secoli: conoscere i libri sarebbe poco, la vera missione sta nel saper cogliere nel lettore non solo ciò che lo tiene legato ai propri autori, ma suggerire nuovi incontri e nuove scoperte. Questo è il motivo per cui si amano prima i librai e poi le librerie. E su questo, Elena di Lettera22 è una libraia d’altri tempi riveduta e corretta secondo lo stile che non ha la pretesa saccente di imporre niente a nessuno, ma di suscitare la curiosità delle trame e dei personaggi, il valore meno conosciuto di altri autori, intuendo le corde del suo interlocutore.

L’idea del Caffè-Libreria non rappresenta un modello-antidoto nel crepuscolo delle librerie nel nostro Paese; indica, tuttavia, l’unico modo per salvare i libri: farli vivere in un ambiente reso vivo dall’idea che una libreria non è come le feste comandate sul calendario, ma un luogo da poter condividere ogni giorno della settimana, semplicemente come bere un caffè.

Lettera22 si trova a Viareggio in via Giuseppe Mazzini 84/86 – tel. 0584 582755 – [email protected]

LIBRI AL MARE