Chiara Nobile "Coprimi le spalle"
Chiarelettere

Libri – Gabriella Nobile “Coprimi le spalle”

CHIARELETTERE – Gherardo Colombo: “Nobile in queste pagine aiuta ciascuno di noi a non dimenticarsi mai della dignità dell’accoglienza”.


Contro razzismo e discriminazioni, Gabriella Nobile, mamma di due ragazzi africani adottati, fondatrice della onlus “Mamme per la pelle” e autrice nel 2018 di una lettera aperta a Matteo Salvini che ha fatto il giro del web, ha scritto un libro che raccoglie tante storie vere di ingiustizia e discriminazioni quotidiane.

Le vicende del libro sono raccontate da due punti di vista differenti: quello dei discriminati ma anche quello delle forze dell’ordine che hanno il compito di difendere queste persone.

Questa forma di ordinario razzismo, in alcuni casi coperto da una divisa, nel libro è ricostruito facendo parlare le vittime, ma anche gli agenti di polizia, raccogliendo la testimonianza di chi si confronta ogni giorno con situazioni molto difficili o magari si scontra con il razzismo di un collega. Coprimi le spalle, infatti, si propone di abbattere i muri della paura e della diffidenza, perché solo in questo modo sarà possibile evitare che un ragazzo venga bloccato dagli agenti davanti a scuola in quanto ritenuto spacciatore semplicemente perché “nero” (tutte storie reali, già accadute e che continuano ad accadere).

Gabriella Nobile, però, non si limita a una decisa e forte denuncia di questi fatti, ma formula delle proposte concrete per accorciare le distanze tra cittadini e istituzioni, in un processo di sensibilizzazione che si pone l’obiettivo di diventare un riferimento anche per i corsi di formazione che saranno avviati prossimamente tra le forze dell’ordine.

Gabriella Nobile - Chiarelettere

Gabriella Nobile di giorno lavora come agente di fotografi e artisti, di sera si dedica all’associazione che lei stessa ha fondato, “Mamme per la pelle”. Da anni si occupa di problemi legati alle discriminazioni subite da ragazzi neri italiani, cercando di opporsi ai pregiudizi che purtroppo sono molto diffusi a tutti i livelli sociali. Ha due figli di colore adottati. Nel 2018 ha scritto una lettera aperta a Salvini dopo una domanda spiazzante posta da sua figlia Amelie, 7 anni, originaria dell’Etiopia: «Ma se vince quello che parla male di noi ci rimandano in Africa?». La Nobile è autrice del saggio I miei figli spiegati a un razzista (Feltrinelli, 2020)