Vannino Chiti "Il destino di un'idea"
LIBRI E AUTORI

LIBRI – Vannino Chiti “Pci e cattolici”

Venerdì 10 ore 17.30 a Viareggio la presentazione del libro, un protagonista storico della sinistra che continua a credere in un’altra Italia.

“Nel panorama politico del Novecento” scrive Vannino Chiti “il Par­tito comunista italiano ha rappresentato una delle espressioni più originali del movimen­to comunista internazionale e della famiglia socialista europea. Alla radice di questa ori­ginalità c’è anche l’attenzione alla religione, presente già nell’opera di Gramsci. Gramsci, Togliatti e Berlinguer non erano credenti: incontrarono il cattolicesimo, che da noi ha carattere anche d-i popolo, approfondendo l’a­nalisi della società italiana e le vie per il suo cambiamento”.

“Da questo – prosegue l’autore, “è derivata la condivisione di un impegno su questioni come il disarmo e la pace, ma anche un dialogo che ha approfon­dito l’interpretazione del marxismo, una sua rilettura in rapporto alle fedi religiose e so­prattutto la scelta di un pluralismo di culture, a fondamento della laicità del partito. Le radici si selezionano, non si recidono, al­trimenti, come una pianta, la sinistra rinsec­chisce e muore. E proprio perciò nasce questo libro: per condividere la storia del Pci, ma soprattutto per ritrovare nella radicalità – che non è radicalismo, né estremismo – quella tensione etica che è fondamento di ogni progetto di rinnovamento sociale e democratico”.