Home OLTRE LA LINEA - di Giovanni Lorenzini Luglio 1944, il campionato di calcio tra i bombardamenti

Luglio 1944, il campionato di calcio tra i bombardamenti

by redazionetoscanatoday
Vinicio Viani, Campionato di Calcio 1931-32

Nella storia del calcio italiano, c’è un campionato che si è concluso a luglio, sotto le bombe sganciate dagli alleati che bombardavano Milano

PARTIAMO alti per poi scendere dolcemente alla nostra storia, fatta di personaggi, conosciuti direttamente o attraverso il ricordo-testimonianze di parenti e amici, che hanno scritto un pezzo di storia nazionale e locale. Partiamo dunque dalla serie A che non si sa come e quando riprenderà, con la prospettiva di concludersi in piena estate, addirittura a luglio. Ma nella storia del calcio italiano, c’è un campionato che si è concluso a luglio, sotto le bombe (non di mercato, ma reali) sganciate dagli alleati che bombardavano Milano, ai tempi della Repubblica sociale di Salò.

SIAMO a metà luglio 1944 e all’Arena va in scena la partita (che poi si rivelerà decisiva) per l’assegnazione del titolo, i Vigili del Fuoco della Spezia contro il Torino. I favoriti granata vennero superato dai ‘pompieri’ grazie ad una doppietta di Sergio Angelini che come ricorda Giorgio Giannelli nel suo enciclopedico ‘Almanacco Versiliese’, il giorno dopo ‘La Gazzetta dello Sport’ dedicò un titolo speciale in prima pagina.. Alla fase finale era arrivato anche il Venezia che nella prima partita aveva pareggiato 1-1 con i liguri. Nella terza partita del triangolare, il Torino superò nettamente il Venezia, consegnando in pratica il primo posto ai Vigili del Fuoco della Spezia. Titolo e non scudetto come deciderà poi la Federazione. Solo nel 2002 i vincitori di quel campionato Alta Italia – i Vigili del Fuoco della Spezia – otterranno qualcosa simile ad uno scudetto dalla Federcalcio: il riconoscimento onorifico di un primo posto. Altri tempi.

MA COSA c’entrano Viareggio e la Versilia con quello scudetto? Quattro giocatori locali – tre viareggini e un versiliese, con il denominatore comune di avere indossato la maglia bianconera del Viareggio prima o dopo quello ‘scudetto’ – facevano parte della rosa dei Vigili del Fuoco della Spezia: Sergio Angelini di Querceta, Vinicio Viani, Renato Tori e Giovanni Tavoletti di Viareggio. Angelini – che aveva iniziato a giocare nella Nuova Italia, sorta dalla fusione del Querceta con il Forte dei Marmi – è stato il grande protagonista del titolo conquistato dai liguri avendo segnato due reti nell’incontro decisivo contro il Grande Torino di Valentino Mazzola e degli altri immortali caduti cinque anni dopo a Superga. Angelini è stato anche il capocannoniere dei Vigili del Fuoco avendo segnato sette reti, fra fase eliminatoria e finale. L’altro titolare fisso era il centrocampista Renato Tori: per lui dodici presenze e due reti (una nella fase finale contro il Venezia), un giocatore considerato fondamentale per l’equilibrio che sapeva garantire alla squadra. Per Vinicio ‘Garone’ Viani (l’eroe del derby con la Lucchese che valeva la promozione in serie B di tredici anni prima) solo cinque presenze e una per il portiere Giovanni Tavoletti.

NON SARA’ uno scudetto, ma questi atleti meritano ancora oggi un applauso e un ricordo postumo da parte di tutti gli sportivi viareggini e versiliesi

Campionato di Calcio 1944
Nelle foto:da sinistra verso destra. Sergio Angelini (è il terzo da destra verso sinistra), Renato Tori (è il primo a sinistra), Vinicio Viani e Giovanni Tavoletti. Foto tratte dal libro ‘Orgoglio Bianconero 1919-2019 Cento anni di calcio a Viareggio)

You may also like

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accetto Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy