MASSA-TEATRO GUGLIELMI. Il PD: 100 giorni sono passati

Prosegue lo scontro politico sul Teatro Guglielmi sotto sequestro giudiziario. “Avevano promesso di riaprirlo in 100 giorni” attacca il PD

“Un altro giorno senza teatro” commenta oggi il Partito Democratico di Massa. “La maggioranza aveva promesso di riaprirlo in 100 giorni. E invece?”. Al punto interrogativo, questa è la risposta: “Oggi leggiamo che l’assessore ai lavori pubblici dice candidamente: ‘Non è colpa di nessuno’. Ma come? Non era colpa del PD? E invece adesso ci raccontano che il teatro è ancora sotto sequestro giudiziario. Quando abbiamo provato a spiegare alla città che il Comune era parte lesa in questa vicenda, l’allora candidato sindaco Persiani aveva solennemente promesso ai massesi una riapertura in tempi record. Il tempo delle promesse è ampiamente scaduto e Massa deve fare i conti con l’inefficienza di questa Amministrazione.  La precedente Amministrazione si è trovata a subire una situazione giudiziaria complessa. I cittadini devono ricordare che il Teatro Guglielmi è stato chiuso per un’indagine giudiziaria”. E i piddini massesi rivendicano il proprio operato:”Iil sindaco Volpi ebbe l’intuizione e il coraggio di gestire la situazione, non lasciò la città senza un teatro e in tempi rapidissimi l’Amministrazione allestì il tanto criticato teatro tenda. Una soluzione che consentì alla città di portare a termine una stagione teatrale di altissimo livello”. Censura finale: “L’Amministrazione Persiani, al contrario si è arresa. Dopo le promesse elettorali di riaprire il teatro in 100 giorni ha lasciato e continua a lasciare una città senza un teatro. Noi saremo qui, ogni giorno, a ricordare a Massa che una città senza cultura è destinata a morire”. 

(foto: autore Davide Papalini – licenza Creative Commons Attribution-Share Alike 3.0 – https://commons.wikimedia.org/wiki/File:Massa-teatro_Guglielmi.jpg)