Massimiliano Baldini, responsabile Cultura Lega Toscana
ATTUALITA'

Massimiliano Baldini responsabile Cultura Lega Toscana

L’incarico di responsabile del Dipartimento Cultura della Lega per la Toscana all’ex capogruppo del partito a Viareggio.

Il Commissario Nazionale della Lega Toscana-Salvini Premier, l’on. Mario Lolini, ha conferito all’avvocato Massimiliano Baldini di Viareggio l’incarico di Responsabile del Dipartimento Cultura della Lega per la Toscana.

“Si tratta di un incarico prestigioso e di grande responsabilità del quale sono molto onorato” ha dichiarato l’avvocato Massimiliano Baldini, “anche perché cade in un momento storico significativo per la nostra regione che celebra i 700 anni dalla morte di Dante Alighieri, padre della lingua italiana. Ringrazio l’on. Lolini per la fiducia”. Il piano di lavoro sul quale Baldini inizierà subito a lavorare è quello di organizzare e coinvolgere “le nostre migliori energie in stretto coordinamento con tutti i rappresentanti del partito, con i nostri amministratori ed eletti nelle Istituzioni della Toscana” dice Baldini. “seguiremo le linee programmatiche del Dipartimento Federale della Lega presieduto dalla senatrice Lucia Borgonzoni, membro del Governo Draghi quale sottosegretario di Stato al Ministero della Cultura”.

L’avvocato Baldini ha voluto sottolineare che “la Lega, primo partito italiano, intende occuparsi a pieno della cultura, che ritiene elemento imprescindibile per la comprensione delle dinamiche in atto della nostra società e viatico privilegiato per l’affermazione dei principi e dei valori ai quali si ispira il movimento di Matteo Salvini. Un settore della vita nazionale che deve essere sostenuto in questo momento così difficile, gravemente penalizzato dalla pandemia, e che è costituisce un volano dell’economia nazionale e toscana in particolare. E’ fondamentale riscoprire e valorizzare le nostre tradizioni, le nostre radici e allo stesso tempo porre argine sia alla deriva rappresentata dall’egemonia culturale della burocrazia minuta imposta dalla sinistra nelle amministrazioni locali, che a certe pericolose pratiche come quelle contenute negli atti della Convenzione di Faro o supportate attraverso progetti come il Netflix della cultura. In particolare, in Toscana, regione che ha dato al nostro Paese ed al mondo intero un patrimonio culturale immenso, è necessaria una costante attenzione e tutela verso i nostri tesori più straordinari e verso le nostre istituzioni culturali più importanti così come nei confronti delle numerose e non meno preziose identità e tradizioni locali dei nostri singoli comuni e territori”.
“La Lega di Matteo Salvini” conclude il nuovo responsabile Cultura della Lega Toscana, “intende essere presente e protagonista su questi temi non solo al governo del Paese ma anche nella nostra regione e l’istituzione del Dipartimento Cultura della Lega in Toscana rappresenterà un ulteriore laboratorio di idee, di progetti, di proposte e di iniziative, che andranno ad aggiungersi a quanto già stanno facendo i nostri rappresentanti impegnati nell’amministrazione diretta di tante città toscane importanti e di un numero di comuni medio-piccoli sempre maggiore”.