SPORT, SPORT DALLA TV - di Tommaso Gardella

Non c’è più Monza, prima tappa a Spa-Francorchamps

Stilato il nuovo calendario del DTM, ufficializzate le gare del DTM Trophy in tutti i week-end che vedranno coinvolte le vetture

Non c’è più Monza e la prima tappa sarà a Spa-Francorchamps.

Dopo la pubblicazione del nuovo calendario, avvenuta il 3 giugno, le autorità della citta di Nuremberg hanno espresso un parere negativo, perché “a causa delle leggi vigenti in tema di Coronavirus, non possiamo concedere l’approvazione al DTM per la gara del Norisring, in quanto rientra nella categoria degli eventi importanti, vietati sino al 31 agosto”.

Una decisione che ha lasciato sorpreso il direttore generale di ITR Marcel Mohaurt, che ha comunque ribadito l’importanza di correre in sicurezza, e che sposterà l’inizio del campionato di circa un mese sulle colline delle Ardenne del tracciato di Spa-Francorchamps – appuntamento che mancava dal 2005 – nel week-end dell’ 1 e 2 agosto, e seguita da altre 8 tappe in Germania, Belgio e Olanda,  che si correranno tra agosto e novembre.

Per far numero, il campionato sarà arricchito da tre back-to-back il primo dei quali sarà a cavallo della seconda e terza tappa al Lausitzring, circuito situato nella località di Klettwitz, in Germania.

Dopo la quarta tappa ad Assen, il 6 settembre, andrà in scena il secondo back-to-back sui due layout, GP e sprint, del Nurburgring il 16 e 23 settembre – teatro anche dei test prestagionali -, per poi spostarsi a Zolder dove il DTM correrà l’11 e 18 ottobre. L’ultima tappa stagionale sarà l’8 novembre sul Hockenheimring, ad Hockenheim.

Per il momento gli organizzatori hanno fatto sapere che tutte le gare si terranno a porte chiuse, non escludendo però, in base a quanto verrà stabilito dalle autorità locali dei vari paesi, la possibilità di una riapertura graduale di week-end in week-end.

È stata anche ufficializzata la presenza delle gare di contorno del DTM Trophy in tutti i week-end che vedranno coinvolte le vetture del DTM, fatta eccezione per quello di Assen.

La nota dolente, per quanto riguarda noi fan italiani, è la cancellazione del GP di Monza, in precedenza previsto a fine giugno, del 15 novembre come gara di chiusura del campionato. Alla luce delle varie difficoltà, gli organizzatori hanno voluto optare per una stagione breve e intensa, come ha dichiarato Gerard Bergher, presidente di ITR:

“Vorremmo ringraziare i nostri fan per la loro pazienza nelle ultime settimane, ma ora siamo ancora più felici di poter presentare un calendario ben preparato e vario che promette molta azione. Questo è il risultato del duro lavoro di tutti coloro che sono coinvolti. Tutto sommato, siamo riusciti a elaborare un calendario compatto che valeva la pena aspettare”.

(foto: Mr_Worker – licenza pixabay https://pixabay.com/it/photos/dtm-n%C3%BCrburgring-macchina-da-corsa-3728969/ )