PIETRASANTA – Bonus sport per i bambini

Sociale: un “bonus sport” per le famiglie in difficoltà, a Pietrasanta lo sport è un diritto di tutti i bambini

A Pietrasanta lo sport è un diritto di tutti i bambini e ragazzi. Le famiglie in difficoltà economica, con isee inferiore o uguale a 13mila euro, che non si potranno permettere di pagare la retta mensile di palestre o società sportive per i propri figli potranno contare su un contributo straordinario del Comune di Pietrasanta.

L’amministrazione comunale di Alberto Stefano Giovannetti ha deciso, nell’ultima giunta, di proseguire con la positiva esperienza pilota del bonus sport lanciata nel 2020 che ancora oggi rappresenta una novità nel panorama nazionale. La misura economica, che prevede un buono da 200 euro per ciascun bambino, che può salire fino a 400 euro per i beneficiari con disabilità garantirà, continuerà a garantire ai minori di età tra i 6 ed i 17 anni (nati tra il 2004 ed il 2015) di praticare sport in una delle società sportive riconosciute dal Coni o dal Comitato Italiano Paralimpico. Un’esperienza condivisa dagli assessorati al sociale con Tatiana Gliori e con l’assessore allo sport, Andrea Cosci che punta ad incentivare l’attività sportiva tra i bambini e ragazzi assicurando un contributo alle loro famiglie. In pratica l’amministrazione comunale provvederà, attraverso la dotazione di un fondo straordinario di 20 mila euro, al pagamento di una parte dell’iscrizione ai corsi o alle attività sportive che le famiglie non si potrebbero permettere perché in condizioni svantaggiate (Isee inferiore o uguale a 13mila euro).

Gli assessori Gliori e Cosci

“Il bonus, introdotto nel 2020, era partito molto bene ma la pandemia, e la conseguente interruzione delle attività sportiva, aveva rallentato questa esperienza. – spiegano gli assessori Gliori e Cosci – La misura nasce dalla convinzione che tutti i bambini, indistintamente dalla loro condizione economica, debbano poter accedere allo sport. Il bonus può essere speso per iscrivere i figli a calcio, judo e per qualsiasi altra disciplina. Lo sport è un momento della crescita di un bambino o di un ragazzo che dovrebbe essere garantito al pari della scuola. La nostra amministrazione dimostra ancora una volta di essere pioniera nell’aggredire i bisogni della comunità e nel dare risposte ad esigenze reali delle famiglie e dei loro figli e figlie”.

Lo schema di erogazione del contributo o bonus sport, è stato approvato prevede: 200,00 euro per ciascun beneficiario iscritto a corsi tenuti da associazioni o società̀ sportive dilettantistiche, da federazioni, da enti di promozione sportiva e da associazioni riconosciute dal Coni o dal Cip , con Isee nucleo familiare non superiore a 13 mila euro o in situazione di svantaggio/disagio sociale, attestato dal competente servizio sociale professionale; 400,00 euro per ciascun beneficiario se portatore di disabilità e certificato ai sensi della Legge 104/1992, con Isee nucleo familiare non superiore a 13 mila euro in situazione di svantaggio/disagio sociale, attestato dal competente servizio sociale professionale. Le domande, devono pervenire entro il termine ultimo di scadenza fissato al 31 dicembre 2021 mediante l’accesso on line al “Portale del cittadino” sul sito istituzionale.

(Foto: https://pixabay.com/it/photos/sport-calcio-bambini-maglietta-4032242/)