Teatro Verdi Pisa

Pisa – Omaggio a Astor Piazzolla al Teatro Verdi

di BEATRICE BARDELLI – “Opera Tango” Sabato 4 dicembre e domenica 5 dicembre, con il patrocinio dell’Ambasciata Argentina.

Omaggio ad Astor Piazzolla nel 100° dalla nascita con “Opera tango” in scena al Teatro Verdi di Pisa sabato 4 dicembre (ore 20.30) e domenica 5 dicembre (ore 15.30). Finalmente nel cuore della stagione che segna il ritorno ai normali ritmi del teatro, il “Verdi” di Pisa festeggia con un weekend speciale dedicato sia alle proprie produzioni di cinema-opera con la Trilogia Popolare Verdiana di settembre online sui propri canali web e social (da venerdì 3 dicembre) che, contemporaneamente sul palco, dal vivo, il 4 e 5 con la lodatissima coproduzione María de Buenos Aires, presentata al Ravenna Festival lo scorso luglio sotto l’egida dell’Ambasciata Argentina. per celebrare il centenario di Astor Piazzolla.

“Opera tango”: Omaggio ad Astor Piazzolla nel 100° dalla nascita.

E’ la nuova coproduzione Ravenna Festival, Fondazione Teatro Comunale di Ferrara, Teatro di Pisa e Teatro di Chieti con il patrocinio dell’Ambasciata della Repubblica Argentina in Italia. A cent’anni dalla nascita di Astor Piazzolla, nato a Mar del Plata l’11 marzo 1921, da genitori italiani immigrati in Argentina, “Opera tango” ha debuttato a luglio scorso a Ravenna Festival, come primo di una serie di omaggi al compositore e bandoneonista argentino. Si tratta della nuova produzione di María de Buenos Aires, l’opera-tango che nel 1968 rivoluzionò i canoni della musica tradizionale argentina, in uno spettacolo che non ha mai avuto altri paragoni se non con se stesso. In un sordido angolo di Buenos Aires, l’operaia Maria incontra i suoni seduttori del tango. Ne viene avvinta, incontrando presto il male di una città che la trasforma in cantante e poi in prostituta. Muore, ma non muore il suo spirito, che continua a vagare in forma di spettro in una metropoli affollata di perditempo, ladri e assassini, finché Maria non rinasce per dare alla luce una bambina, una nuova se stessa, condannata all’eterno ritorno delle cose. Il realismo magico sudamericano, spietato e poetico, si incarna nel capolavoro teatrale di Astor Piazzolla, autore di questa tangooperita unendo sacro, profano e fantastico, un mondo in cui si nasce sotto una cattiva stella quando “dio è ubriaco”. E il tango, ipnotico e rapinoso, scandisce l’alternarsi di vita e di morte come un giudice inflessibile

Musica di Astor Piazzolla, testo di Horacio Ferrer, María Martina Belli  Payador Ruben Peloni El Duende Daniel Bonilla-Torres. Regia di Carlos Branca, Orchestra Arcangelo Corelli, Davide Vendramin bandoneon, direttore Jacopo Rivani. Fondazione Nazionale della Danza/ Aterballetto coordinamento produttivo danza  MM Contemporary Dance Company danzatori, Michele Merola coreografo, scenografiadi  Giulio Scutellari e Carlos Branca,  aiuto regista Rosanna Pavarini,  bozzetti costumi Carla Mellini, realizzazione costumi Nuvia Valestri.

Biglietti

Sono ancora disponibili i biglietti da 30,00 a 10,00 Euro al Botteghino del Teatro, al servizio prevendita telefonica 050 941188 e online su www.vivaticket.com.

(foto: Teatro Verdi Ufficio Stampa)