PISA. Rassegna “Fuori Tempo” Marco Baldini

di BEATRICE BARDELLI – Il trombettista è presentato dall’associazione Istanti Sonori e Caracol Contemporanea mercoledì 27 luglio

Per il secondo concerto della rassegna Fuori Tempo, organizzata dall’associazione Istanti Sonori e dal Caracol Contemporanea Casa Del Popolo, mercoledì 27 luglio, alle ore 21,30, in via Cattaneo n° 64, a Pisa, viene presentata al pubblico degli appassionati, la figura del musicista e trombettista, Marco Baldini, di rilevo nel panorama internazionale (l’ingresso è riservato ai tesserati Arci).

Marco Baldini agguerrito musicista fiorentino, è un vero innovatore nell’uso della tromba, strumento per il quale conduce ormai da tempo una ricerca assai rigorosa e severa, attraverso la quale modifica magistralmente il suono, con l’uso di varie tipologie di sordine e altri materiali, ottenendo così un sound molto poetico, assai intenso, inquietante e sicuramente molto coerente con gli aspetti della vita quotidiana, di cui mette in luce e ombra ogni contraddizione e aspetto conflittuale.

Nel primo set della serata di mercoledì 27 luglio, il trio di questo musicista, con  Eugenio Sanna ( chitarra amplificata, listerelle metalliche, cellophane, voce, palloncini) e Guy– Frank Pellerin (sassofoni soprano e tenore), scandaglierà tutte le ipotesi sonore con rigore e scientificità, passando attraverso le più sottili intercapedini dei suoni, dalle vibrazioni più intense, udibili e inudibili, attraverso tessiture metalliche, aeree, rigurgiti idraulici intensi, ritratti e bozzetti di una poetica urbana dal fascino assai sottile.

Nel secondo set, saranno offerti altri affreschi sonori istantanei: un trio con Sara KO Fontana (chitarra elettrica, elettronica, chiavi inglesi), Marco Baldini (tromba, sordine), Isolina Ravenda (voce) e  ancora un altro  trio con David Lucchesi (chitarra elettrica, piccola elettronica, oggetti), Dario Arrighi (elettronica), Eugenio Sanna (chitarra amplificata, listerelle metalliche, cellophane, palloncini, voce); un duo con Marco Carvelli (trombone), Guy– Frank Pellerin (sassofoni soprano, tenore) e, in chiusura, l’Ensemble finale. 

Musica improvvisata. Le formazioni che seguono di solito il primo set della rassegna, non sono da considerarsi dei momenti di una mera jam-session occasionale, come avviene per esempio invece, per quanto riguarda la musica jazz o negli altri generi. In questa circostanza assai speciale del fare musica, la musica stessa viene creata sul momento. E’ questa la direzione nella quale si muove la musica improvvisata e in cui il rapporto con un altro musicista, anche incontrato per la prima volta, è estremamente produttivo di un nuovo linguaggio, in senso strettamente innovativo, espressivo, artistico e creativo

Istanti Sonori. E’ un’associazione culturale che intende sostenere, diffondere e promuovere la ricerca nella musica in tutte le sue forme, con particolare riguardo agli aspetti dell’improvvisazione e l’interazione di essa con altre arti quali quelle visive, la scrittura, la danza, la performance e altre discipline espressive, attraverso la produzione di concerti, laboratori didattici, conferenze, corsi di formazione, produzione di dischi, scritti, video. Questa associazione è sorta a Pisa da un iniziale nucleo di musicisti radunato attorno ai lavori già portati avanti dall’omonima rassegna musicale Istanti Sonori.

Gli artisti

Marco Baldini  (tromba, sordine).  Folgorato inizialmente dal free jazz negli ultimi anni del liceo, ha avuto poi modo di radicalizzare il suo approccio musicale grazie anche all’incontro con Edoardo RicciEugenio Sanna e il collettivo Burp. Negli ultimi anni ha potuto suonare con Mat PogoWj MeatballStefano BartoliniScott RosenbergJacopo Andreini, Andrea CapraraTristan Honsinger; nel Manucinema di Tuia Cherici, nella Neem orchestra e collaborare con Kinkaleri e Fosca. Nel 2011 è tra i membri fondatori del collettivo Blutwurst e, dal  2014, collabora con Luisa SantacesariaDaniela Fantechi e con l’associazione Tempo Reale, essendo anche il direttore artistico della programmazione musicale della Galleria Frittelli di Firenze e uno dei creatori del TRK Sound Club. Tra i suoi lavori più importanti si ricorda  la sua collaborazione con il compositore francese elettroacustico Emmanuel Holterbach “Ricercar nell’ombra”, pubblicata all’inizio del 2020 dall’etichetta Another Timbre.

Eugenio Sanna 2016/01 › eugenio-sa…). E’ uno dei fondatori del C.R.I.M. (Centro per la Ricerca sull’Improvvisazione Musicale) di Pisa negli anni ‘80, è un musicista che si prodiga fin da questo periodo, per la diffusione e lo sviluppo della musica improvvisata, attraverso concerti dal vivo, seminari, workshop, incontri, dibattiti, scritti e articoli. Ha suonato con la maggior parte dei musicisti contemporanei e non: Peter KowaldDerek Bailey, Roger Turner, Edoardo RicciJohn Zorn… Di recente si occupa della programmazione artistica della rassegna Istanti Sonori, al Cantiere San Bernardo di Pisa ed è presidente di questa associazione omonima.

Guy-Frank Pellerin. Sassofonista di origine franco-canadese, ha militato nelle file diella gloriosa Celestial Communication Orchestra di Alan Silva, suonando con i musicisti emblematici del free-jazz quali Bobby FewNoel Mc GhieFrank Wright

Marco Carvelli. E’ un trombonista che ama mescolare un sound propriamente strumentale, dai connotati energetici e ricco di chiaroscuri, a elementi di natura elettroacustica.

David Lucchesi . E’ un giovane musicista toscano e anche artista visivo alla chitarra acustica e elettrica, piccola elettronica, oggetti, dal sound agguerrito e ormai rodato, dal forte piglio creativo e che suona stabilmente nello ensemble elettroacustico Vip Cancro, del cui gruppo è uscito il cd Su se stesso (2019) per l’etichetta Lisca Records.

Isolina Ravenda. Cantante e vocalist di origine francese, dotata di grandi qualità vocali ed espressive, partecipa fin dagli anni ’80 a gruppi di improvvisazione con i maggiori musicisti.

Sara Fontana e Dario Arrighi. Entrambi fanno parte del Progetto No Name, progetto che si ispira a un fondamentale amore per i suoni da cui tutti gli esseri umani sono circondati. Di recente hanno registrato su bandcamp l’album Mr Cartman ( ProgettoのName+Duo Serpe) con il Duo Serpe (Paolo Acquaviva: trombone, Cristiano Bocci: live electronics, synths) e sempre su bandcamp, con il flautista Bruno Gussoni (火-Electroacoustic Sushi by ProgettoのName+Bruno Gussoni)