Prato contro l’omofobia, un mese di iniziative

Il calendario degli eventi organizzati in occasione della Giornata internazionale contro l’omofobia, la bifobia e la transfobia,

Gabriele Alberti, presidente del Consiglio Comunale: “Gli eventi e i simboli presentati oggi non risolvono il problema, ma aiutano a lasciare dei segni importanti contro i pregiudizi e le violenze”. Nella Sala conferenze di Palazzo Pretorio è stato presentato il calendario degli eventi organizzati in occasione della Giornata internazionale contro l’omofobia, la bifobia e la transfobia, che cade il 17 maggio.

All’incontro erano presenti il presidente del Consiglio comunale Gabriele Alberti, Marco Wong, consigliere comunale di Prato e socio del Comitato Gay Lesbiche Bisessuali Trans+ di Prato, le assessore alle Pari Opportunità Fabiana Fioravanti del Comune di Vaiano e Valentina Vespi del Comune di Montemurlo, Marco Saccardi consigliere comunale di Vernio con delega alle Pari Opportunità, Patrizia Scotto di Santolo dell’associazione “Senza veli sulla lingua”, Marco del Tongo e Guido Del Fante presidente e vicepresidente di Arcigay Prato Pistoia “L’asterisco”.

Il programma è frutto di un lavoro di rete e di un impegno corale che ha visto coinvolti tutti i Comuni del territorio provinciale e della Provincia. La realizzazione di una programmazione condivisa testimonia l’attenzione e la sensibilità al tema da parte di tutti i soggetti coinvolti, a partire dal mondo dell’associazionismo e dei referenti del tessuto sociale e culturale che compongono il Tavolo LGBTQIA+ per denunciare e lottare contro ogni forma di violenza legata all’orientamento sessuale.

Da sabato 7 maggio, nel frattempo, una nuova panchina rainbow è stata aggiunta a quelle già presenti sul territorio pratese. È stata installata nel giardino del circolo Arci “G. Rossi” a S. Ippolito di Prato, con accesso da via Brasimone. L’iniziativa è organizzata dal Circolo Arci G. Rossi e dall’associazione Arcigay Prato-Pistoia “L’asterisco”, in collaborazione con il Comitato Arci di Prato.

Gabriele Alberti, presidente del Consiglio comunale ha commentato: “È un cartellone ricco di eventi, che si concentrano nella giornata del 17 maggio, importante per noi tutti: amministrazioni, associazioni e comitati. Con il cartellone che presentiamo oggi diamo attuazione al confronto attivo nello spazio del tavolo arcobaleno permanente, istituito con le associazioni per elaborare politiche contro l’omofobia, la bifobia e la transfobia. I temi al centro delle singole manifestazioni non possono essere trattati come secondari perché scavano e coinvolgono la vita di tante persone che da sempre lottano con i pregiudizi, le violenze verbali e anche fisiche”.

“Vogliamo continuare questo rapporto di rete posto alla base del percorso che coinvolge tutti noi qui presenti e che abbiamo fortemente voluto concretizzare – ha dichiarato Valentina Vespi, assessore alle Pari Opportunità al Comune di Montemurlo – Siamo orgogliosi di porre al centro tematiche tanto importanti e di farlo coinvolgendo anche i bambini, come nell’evento in Lazzerini ‘Letture per bambin’. Il percorso educativo e quello culturale, infatti, rappresentano il primo e fondamentale obiettivo da perseguire”.

“L’evento clou, che sicuramente coinvolgerà anche sotto l’aspetto emotivo, si terrà il 17 maggio in Lazzerini – continua l’assessora alle Pari Opportunità del Comune di Vaiano Fabiana Fioravanti – Questi 27 libri presenti in Lazzerini, che possono arrivare nelle mani di qualsiasi bambino compreso nella fascia d’età 0-6 e non solo, rappresentano una preziosa risorsa. È perciò importante che i bambini siano accompagnati verso la comprensione dei veri messaggi e significati che questi testi vogliono trasmettere. Mi pregio di questo evento – ha concluso Fioravanti – perché la rete di Comuni investe insieme in questo calendario, nella speranza che sia un mese arcobaleno per tutti”.

“Le istituzioni e le associazioni sono unite per difendere i diritti delle persone e perseguire battaglie fondamentali nella scuola, nello sport e anche nelle istituzioni” – queste le parole di Marco Saccardi consigliere comunale di Vernio con delega alle Pari Opportunità. Di seguito il calendario degli appuntamenti.

Da sabato 10 maggio fino a mercoledì 25 maggio si svolge la campagna di sensibilizzazione “Sono unic come te” a cura dell’associazione Arcigay Prato-Pistoia “L’asterisco”.

Martedì 17 maggio, giornata in cui cade la ricorrenza internazionale, avranno luogo una serie di iniziative.
Alle 10.30 il Comune di Vernio inaugurerà una panchina rainbow al Parco dell’Albereta. L’iniziativa è realizzata in collaborazione con l’Istituto Comprensivo Pertini. Alle 17.30 la Biblioteca Lazzerini propone: letture per bambin*

Il Comune di Montemurlo illuminerà Piazza della Libertà con i colori arcobaleno, il Comune di Vaiano, con gli stessi colori, illuminerà invece il Palazzo comunale. Il Comune di Poggio a Caiano, intraprenderà una campagna di sensibilizzazione sui canali social. Alle 21, nella Sala Ovale della Provincia, sarà presentato il libro “Senza riserve” di Vincenzo Spadafora. A dialogare con l’autore sarà la giornalista Patrizia Scotto di Santolo. L’evento è stato organizzato a cura dell’associazione “Senza veli sulla lingua”.
Venerdì 20 maggio alle 20.30 al Circolo Arci “E. Curiel” in via Filzi 39/m a Prato, il Comitato Gay Lesbiche Bisessuali Trans+ di Prato organizzerà la cena italo-cinese “Drag on night” con spettacolo di GinGin Mezzanotte.

Venerdì 27 maggio alle 20 al circolo Arci “G. Rossi” a Sant’Ippolito si terrà la cena e il reading “FUORI dal cassetto – Momenti di storia LGBTQIA+”. La cena, a pagamento, sarà intervallata da un percorso di letture con l’attore Daniele Bonaiuti lungo alcune tappe principali della storia del movimento dalla seconda guerra mondiale fino a oggi, con un particolare riferimento all’antologia del FUORI. L’organizzazione dell’evento è a cura di Arcigay Prato Pistoia “L’asterisco”.

Sabato 28 maggio alle 17.30 in piazza G. Matteotti a Carmignano si terrà la performance dal titolo “SHADOWOBNIAR” – Da ombra ad arcobaleno. La performance d’arte consisterà in giochi di ombre e nella lettura ntegrale del testo “Storia di Giulia e della sua ombra di bambino”. L’appuntamento è organizzato a cura della “Associazione Culturale Pandora”.

A giugno, poi, è previsto un torneo di calcetto “Un calcio all’omofobia, alla bifobia e alla transfobia”