PRATO – La 1000 Miglia 2021 passa il 18 giugno

Biffoni: “Un evento unico. Sono certo che saranno in tanti per le strade e in piazza delle Carceri ad osservare queste macchine splendide”

La 1000 Miglia 2021, trentanovesima edizione della rievocazione della corsa disputata dal 1927 al 1957, prenderà il via da Brescia mercoledì 16 giugno per farvi ritorno sabato 19. Ai nastri di partenza della più importante gara di regolarità al mondo per auto storiche ci saranno quest’anno 375 vetture, oltre ad alcuni esemplari di particolare pregio iscritti in Lista Speciale.   

Questa inedita edizione di giugno, dedicata al tema “Crossing the Future”, claim che arricchisce anche il logo della gara, presenterà numerose novità rispetto agli anni passati, a partire proprio dal percorso.  

Rispettando la tradizione del tracciato da Brescia a Roma e ritorno – con arrivi di tappa a Viareggio e Bologna – la 1000 Miglia 2021 presenterà una novità assoluta per la gara rievocativa: per la prima volta, il senso di marcia della gara sarà invertito rispetto alle recenti edizioni, riprendendo il senso antiorario di molte edizioni della corsa originale di velocità. 

In particolare, il prossimo 18 giugno, in occasione della terza tappa della Corsa, alle 17.00 transiteranno per Prato le vetture iscritte al Ferrari Tribute 1000 Miglia, l’evento collaterale dedicato a oltre cento vetture che il prestigioso brand internazionale, simbolo di eccellenza italiana nel mondo, dedica alla 1000 Miglia

Mentre le vetture storiche passeranno lungo le strade di Prato a partire dalle ore 18:00.

Proprio in vista di questo passaggio a Palazzo Pretorio è stata presentata la tappa.

Il sindaco Biffoni

“Per Prato un evento unico – spiega il sindaco Matteo Biffoni – la nostra città si illumina con questo appuntamento internazionale con l’unione del turismo, della tradizione e dello sport oltre che dei motori. Sono sicuro che saranno tanti i pratesi che assieperanno le strade per scrutare queste autovetture e le potranno osservare proprio nel cuore di Prato in Piazza delle Carceri”.

Il presidente Puggelli

“Sarà per tutta la provincia una vetrina unica dove mostrare le bellezze naturalistiche del nostro paesaggio, ma anche stimolare la curiosità sui luoghi storici che meritano di essere valorizzati nel migliore dei modi, sicuramente il centro di Prato, ma anche tesori unici come la Villa Medicea di Poggio a Caiano, patrimonio Unesco. – spiega Francesco Puggelli presidente della Provincia di Prato – Da parte nostra, come istituzioni occorre una forte sinergia per massimizzare il ritorno di immagine che può scaturire dal passaggio della carovana delle auto d’epoca e sono sicuro che ognuno sarà in grado di dare il meglio, per il divertimento di tutti i cittadini, ma anche a beneficio dei tanti operatori economici”.

Il presidente Mazzoni

“Aci Prato ha voluto fortemente questo appuntamento e ringrazio tutti gli sponsor e coloro che hanno aderito subito a sostenere questa tappa – dice Federico Mazzoni, presidente Aci Prato – il passaggio e il pit stop in Piazza delle Carceri è davvero un grande evento che tutti noi appassionati vogliamo condividere con chi ha solo sentito dire della 1000 miglia”.

Il vice presidente Cherubini

“Appena ci hanno contattato e siamo venuti a Prato abbiamo subito confermato la fermato perché la città è davvero unica come la 1000 Miglia – conclude Giuseppe Cherubini, vice presidente della 1000 Miglia srl – il percorso quest’anno sarà diverso perché si correrà in senso antiorario e la Toscana sarà davvero toccata in diverse città suggestive”.

Lavoro importante per far arrivare questo evento a Prato e che sarà ancora più meticoloso il 18 giugno quello dell’assessore alla mobilità Flora Leoni e del comandante della polizia municipale Marco Maccioni. Il 18 giugno inoltre palazzo Pretorio sarà aperto fino alle 20 con la possibilità di accedere al 2×1 per tutti e sarà consegnato un voucher per tutti i partecipanti da utilizzare quando torneranno a Prato.

Dal 16 al 19 giugno con la partenza da Brescia e le varie tappe a Viareggio, Roma e Bologna con ritorno alla città lombarda ci sarà anche un pratese che vivrà questa esperienza e che non vede l’ora di fermarsi a Prato “Correrò con una Balilla Coppa d’oro – spiega Walter Bemer – e questa è per me la seconda volta della 1000 Miglia. Sarà straordinario essere tra i partecipanti (più di 500) e sostare a Prato per poi ripartire direzione Brescia”.

Al termine della presentazione la 1000 Miglia ha voluto ringraziare i due sposi che convoleranno a nozze proprio nella mattinata del 18 giugno nella chiesa di Santa Maria delle Carceri con il logo della manifestazione da portare all’altare e che rappresenta davvero un qualcosa di unico sia per loro che per questa corsa.

Le macchine arriveranno dal comune di Poggio a Caiano, le vetture storiche si immetteranno su via Enrico Berlinguer e si avvicineranno al centro città seguendo viale della Repubblica, proseguendo in via Francesco Ferrucci, via Bettino, via Ferdinando Tacca e viale Vittorio Veneto fino ad arrivare a piazza San Marco. Da lì continueranno per viale Piave fino a piazza Santa Maria delle Carceri dove effettueranno il controllo Orario. La gara proseguirà passando per il centro di Prato in via San Bonaventura, piazza Sant’Antonio, piazza Santa Maria in Castello, piazza Buonamici, via Benedetto Cairoli e transiteranno per piazza del Comune, via Cesare Guasti, piazza San Domenico, via San Vincenzo da dove passeranno sotto porta Pistoiese. Le auto storiche svolteranno in via Curtatone, proseguiranno in via Cesare Battisti, lungo via Bologna, gireranno su via Mazzoni, via Ferdinando Targetti, via Mozza sul Gorone e attraverseranno ponte Datini per continuare in via Vittorio Emanuele Orlando e uscire da Prato passando per via Raffaello Lambruschini in direzione Barberino di Mugello.