Home Lucca Questura di LUCCA in prima linea, la pazienza e gli amici

Questura di LUCCA in prima linea, la pazienza e gli amici

by redazionetoscanatoday

Vi sembra possibile che la Polizia sia costretta a perdere tempo ed energie per la gente maleducata? In compenso c’è chi dona mascherine e disinfettanti alle Volanti

La Polizia di Stato c’è. Anche in questa difficile emergenza del Paese gli uomini e le donne della Polizia sono sulla strada, senza badare ad orari (ed alle insufficienze di organico, e neppure agli stipendi spesso ingiusti, possiamo ricordarlo almeno in questa circostanza?). Vediamo questi ultimi giorni nella provincia di Lucca.

Quando la pazienza non ha limiti

E proprio il caso di dire così. Nel dramma generale, già non bastassero le incombenze prioritarie dello stato di emergenza. Anche la Questura di Lucca ha intensificato i controlli sul rispetto delle regole (meglio dire: sul rispetto della legge). Tra i numerosi controlli di ieri si segnala un cittadino fermato a Lucca che stava accompagnando la moglie per una visita medica, è stato denunciato anche per abbandono di minori: marito moglie e due minori di 3 e 6 anni si sono presentati all’ingresso della struttura (dove gli addetti hanno informato che l’accesso era consentito soltanto ai pazienti in visita. No problem: l’uomo è tornato dopo pochi minuti con la moglie. Le Volanti – a seguito della richiesta di intervento dell’addetta all’ingresso – hanno denunciato l’uomo per violazione delle norme anti diffusione e abbandono di minori. I bambini erano stati lasciati in macchina, a circa 200 metri di distanza, con i finestrini abbassati a metà.

Un’altra coppia è stata denunciata perché da Capannori ha ritenuto di dover fare la spesa a Lucca : padre e figlio- così riferisce la Questura di Lucca – sono stati denunciati. Il padre si è giustificato dicendo che non si fidava di dare i soldi al figlio. Infine sono stati denunciati i classici due ragazzi che, presi dalla noia, hanno deciso di fare un giro in macchina.

Un signore di 76 anni è stato avvicinato dagli agenti, sempre a Lucca, seduto sulla panchina in Piazza Napoleone intento a fumare il sigaro: invitato a tornare nella propria abitazione, dopo circa 30 minuti è stato sorpreso tranquillamente seduto nel Parco della Pace a San Concordio. Denunciato. 

Due vicini di casa sono stati fermati mentre circolavano senza cinture di sicurezza. Il conducente ha dichiarato che stava andando dal medico, mentre il passeggero che gli stava facendo compagnia. Denunciati.

3 uomini (dai 30 ai 50 anni) chiacchieravano belli sereni come niente fosse – sempre a Lucca – in Piazza San Francesco. Denunciati.

Gli amici della Polizia, il grazie del Questore

SOVECO, una ditta di Pian di Mommio, nella persona dell’amministratore Nicola Bonuccelli, ha donato alla Polizia Stradale di Lucca, Bagni di Lucca e Viareggio una fornitura di mascherine protettive per le esigenze delle pattuglie impegnate quotidianamente nell’attività di contrasto e limitazione della diffusione del Coronavirus.

La Fondazione onlus Fiorenzo Fratini, impegnata in diversi progetti di assistenza agli disabili, ha dinato disinfettanti per le Volanti della Questura, dei Commissariati di Viareggio e Forte dei Marmi e le pattuglie della Polizia Stradale

Stazione di Lucca

You may also like

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accetto Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy