OLTRE LA LINEA - di Giovanni Lorenzini

Rugby femminile serie A: sconfitta per i Puma e Cus Pisa

C’era comprensibile attesa, come avviene sempre per ‘la prima volta’, per la prima partita del nuovo campionato di serie A di rugby femminile. Nei giorni che hanno preceduto il debutto delle formazioni rosa non sono mancate novità, come il ritiro dal campionato della Sirene del Golfo Napoli, che ha così prodotto un girone ‘monco’ con solo nove squadre, dove sono impegnate le tre formazioni toscane. Non solo: sono state ufficializzate le penalizzazioni, perché alcune società non hanno iscritto ai campionati giovanili le formazioni Under 16. Insomma, detto questo che non è solo contorno ma anche ‘polpa’ (il rugby rosa sta cercando di farsi largo non solo con la passione e l’entusiasmo ma anche con basi societarie più solide), pronti, via. Ma le due formazioni toscane scese in campo non sono riuscite ad uscire indenni dalle sfide con compagini più esperte e attrezzate. I Puma Campi Bisenzio sono state sconfitte per 58-0 dall’Unione Capitolina; sconfitta anche per il Cus Pisa, con un punteggio più morbido (15-3) dal Rugby Belve Neroverdi. Non sono scese in campo le Donne Etrusche che al primo turno avrebbero dovuto affrontare le Sirene del Golfo. Cus Pisa e Donne Etrusche hanno iniziato la stagione con la penalizzazione di quattro punti per la mancata iscrizione della formazione Under 16.Anche nel girone Nord – al completo con dieci formazioni – ci sono stati punteggi robusti che hanno dimostrato, almeno per il momento, un diverso spessore tecnico delle squadre in campo. L’unico confronto molto equilibrato è stato quello che ha messo di fronte il Benetton Treviso (una piazza storica per la palla ovale soprattutto in campo maschile) e il Rugby Riviera conclusosi con il punteggio di 13-12.Il dado è stato tratto. Ora si aspettano conferme e riscatti a partire dal prossimo turno di campionato.

[give_form id="42701"]