SERAVEZZA – Ingenti danni nel capoluogo

Tetti scoperchiati, allagamenti, caduta di piante e blackout elettrico: l’ondata di maltempo ha colpito il territorio seravezzino

Mattinata di forte maltempo e di danni sul territorio comunale. Ad essere investito dal fronte temporalesco, con intensa pioggia e forte vento, è stato soprattutto il capoluogo dove si sono registrati il maggior numero di problemi e danni.

Numerose le piante cadute sulle strade di montagna dove si sono verificati anche degli smottamenti che hanno visto l’immediato intervento delle squadre di protezione civile per un rapido ripristino della viabilità.

Allagamenti in varie zone del territorio tra cui piazza Carducci a Seravezza e via Bigongiari. Qualche disagio anche al sottopasso di Pozzi dove, nonostante la segnalazione luminosa di pericolo allagamenti, gli automobilisti si immettevano incuranti della situazione. È stato quindi presidiato da personale in attesa che la situazione tornasse pienamente in sicurezza. 

Come detto, i maggiori problemi si sono verificati nel capoluogo dove il forte vento ha causato danni, in alcuni casi ingenti, come accaduto a numerose automobili e a diverse abitazioni nella zona medicea, nella centrale piazza Carducci e in via Fusco. Aree prontamente transennate, come avvenuto in diverse altre strade, per garantire l’incolumità delle persone che poteva essere messa a repentaglio da tegole e cornicioni danneggiati, sui quali è stata prontamente avviata la bonifica per una prima messa in sicurezza delle situazioni più critiche.

Danni anche agli infissi di Palazzo Rossetti, relativamente al piano di proprietà del Comune, mandati in frantumi dal forte vento.

Per gran parte della mattinata, inoltre, è mancata l’energia elettrica in diverse zone, così come si sono registrate interruzioni delle linee telefoniche.

Immediata la messa in moto della macchina di protezione civile con l’attivazione del personale del Comune e del volontariato, mentre il sindaco Lorenzo Alessandrini ha compiuto diversi sopralluoghi sul territorio per una verifica diretta delle situazioni. Appena le condizioni meteo lo hanno permesso, si è alzato in volo anche un drone per permettere una valutazione più precisa sui danni nelle aree maggiormente investite dal fortunale.

Il sindaco Alessandrini

“Si è trattato di un fenomeno temporalesco molto severo – spiega il sindaco Lorenzo Alessandrini   – che giunge a seguito della lunga ondata di calore che interessa da tempo il territorio. Adesso è il momento della conta dei danni, per questo abbiamo fatto uso anche di un drone per un rilievo analitico dei danni subiti dai privati, così che nelle prossime ore potremo fare una valutazione più precisa”.

Intanto va rimarcato il grande lavoro svolto dalle squadre di volontariato e dai cittadini che, appena passata la tempesta, si sono messi all’opera per la messa in sicurezza e pulizia di spazi privati e pubblici.

Uno sforzo collettivo rimarcato dall’assessore all’ambiente Michele Silicani: “Un grazie davvero sentito ai volontari e ai cittadini per l’impegno, il senso civico e la solidarietà dimostrati. Un esempio davvero encomiabile, come hanno dimostrato quanti si sono messi all’opera in una delle aree maggiormente colpite, ovvero il centro di Seravezza, dove si è vista una partecipazione e una forte condivisione che in qualche ora ha permesso di rimettere in ordine, per quanto possibile, la centrale piazza Carducci”.

Lo stato di attenzione rimane ancora alto in quanto la Regione Toscana ha emesso un nuovo bollettino di allerta meteo, con codice giallo, per rischio idrogeologico, idraulico e temporali forti, sino alle ore 20 di domani (venerdì 19 agosto).