SERAVEZZA – La Rai racconta l’estate del Serra

Una troupe con i turisti fino a La Cappella Alessandrini: “Una preziosa opportunità promozionale su un’offerta ricca e integrata”

Una mattinata nella Valle del Serra, per raccontarne le bellezze paesaggistiche, artistiche e l’attrattiva esercitata sui turisti, richiamati dalle “piscine” naturali create lungo il fiume, in uno scenario da favola. Una troupe del telegiornale della Rai Toscana, con il giornalista Federico Monechi, ha visitato domenica scorsa questa porzione del territorio seravezzino, realizzando un servizio per le edizioni delle 14 e delle 19.30.

Un itinerario sui passi dei turisti che, dalla prima mattina, sono saliti sul bus navetta gratuito per inoltrarsi nella Valle ai piedi del Monte Altissimo. Chi fermandosi alla fermata di Malbacco, chi a salire alla Desiata, chi ancora al Pozzo della Madonna, mentre per gli escursionisti più esperti si apre anche la possibilità dell’esclusivo Le Ruote.

Un’asta fluviale immersa in un verde lussureggiante, con acque cristalline, il marmo come habitat caratteristico e l’opportunità di inoltrarsi sui sentieri che attraversano la montagna, sino ad Azzano e La Cappella.

La troupe Rai è arrivata sin qui, per raccontare questa meta turistica scelta da quanti amano coniugare al relax e alla frescura anche l’arte. La pieve romanica e il rosone, da molti attribuito a Michelangelo che frequentò questi luoghi inviato dalla famiglia Medici, sono senz’altro il fiore all’occhiello di un percorso che – nelle intenzioni dell’amministrazione comunale – è finalizzato a coniugare la ricchezza paesaggistica con la storia, l’arte e la cultura del territorio.

La troupe Rai è stata accolta dal sindaco Lorenzo Alessandrini, dal direttore della Fondazione Medicea Davide Monaco, dall’assessore Michele Silicani e dalla consigliera delegata al turismo Tessa Nardini.

Il sindaco Alessandrini

“Un’importante occasione di promozione del nostro territorio – commenta il sindaco Lorenzo Alessandrini – partendo da un’indubbia attrattiva rappresentata dalle pozze naturali che hanno avuto, nel corso degli anni, un forte incremento attraverso il tam tam dei social network. Quello che intendiamo fare, è lavorare per una fruizione responsabile dell’area, regolamentando i flussi attraverso l’utilizzo della navetta gratuita ma anche facendo acquistare consapevolezza che oltre al fiume Serra c’è molto di più. D’altra parte viviamo in una zona baciata da Dio, una terra molto fortunata perché in 10 chilometri si passa dalla spiaggia a una conformazione quasi alpina delle montagne, con tanta arte, tradizioni e cultura da valorizzare e promuovere per uno sviluppo integrato di tutto il territorio”.

Il servizio navetta è attivo tutti i week end di luglio, dal 1° al 21 agosto tutti i giorni, il 27 e 28 agosto, dalle ore 10 alle 14.30 e dalle 16 alle 19 (ogni 20 minuti circa, con partenza da piazza Carducci), con due corse straordinarie per Azzano e La Cappella alle ore 12.30 e 14.30.