SERAVEZZA – Restaurato il Fontanaccio a Ripa

Due blocchetti in marmo come appoggio per le bottiglie completano il riordino dell’area del Fontanaccio a Ripa

L’area del Fontanaccio a Ripa è completa di ogni intervento di restauro e di miglioria della fruibilità, con la novità dell’apposizione di due manufatti in marmo per poggiare le bottiglie.

L’amministrazione comunale ha portato a termine le opere finalizzate a rendere questo spazio funzionale, lavorando su più fronti come quello del restauro del manufatto, della cura dell’ambiente circostante e della regolamentazione dei parcheggi.

Il completamento degli interventi al Fontanaccio ha visto la posa in opera di due blocchi di marmo donati, lavorati e posizionati in loco dalla ditta Henraux, realizzati sulla base di una progettazione a cura dell’istituto superiore seravezzino che ha stretto da tempo una collaborazione con il Comune.

Opere posizionate ai lati delle due bocchette della fontana, così da consentire a quanti si riforniscono di acqua da questa fonte di poggiare comodamente bottiglie e contenitori a fianco della vasca, facilitando così anche le operazioni di riempimento.

L’assessore Bernardi

“Un’idea suggerita da Patrizia Santarelli, una mia ex collega – spiega il vice sindaco Adamo Bernardi – che mi fece notare come questa assenza di supporti creasse qualche disagio agli utenti, da qui l’idea di provvedere anche a questa miglioria”. 

Ma il riordino dell’area ha comportato interventi differenziati, andando a interessare sia il manufatto  per il quale si è provveduto alla completa ritinteggiatura, sia la pulizia dei marmi della fontana stessa, del rivestimento e dello stemma del Comune che la sovrasta, provvedendo anche a rendere più accogliente lo spazio, grazie all’installazione di una panchina utile per quanti devono mettersi in attesa o, semplicemente, per una sosta rigenerante essendo peraltro la fontana meta di molti ciclisti che hanno come meta l’alta Versilia.

“Tra le prime iniziative dopo la nostra elezione a ottobre – aggiunge Bernardi – ci fu un sopralluogo in questa area molto frequentata che versava in una situazione degradata, sia per quanto riguardava il manufatto sia per l’area circostante, anche a causa delle soste selvagge che  creavano pericoli e disagi”.

Tra i primi interventi è rientrato proprio il riordino della viabilità circostante, con la sistemazione e nuova installazione di paletti a delimitazione del percorso pedonale, molti dei quali erano finiti a terra e altri mancanti. Di pari passo si è provveduto alla creazione di un’area sosta a parcheggio con disco orario sulla via provinciale De Gasperi, a pochi metri dal Fontanaccio, così  da garantire un continuo ricambio delle auto parcheggiate, dando modo agli utenti di trovare facilmente un posto.

Il restyling dell’area ha permesso anche di migliorare le informazioni: a fianco alla fontana, infatti, è stato apposto un cartello nel quale, oltre alle notizie sulla potabilità e sulle competenze relative ai controlli, si fa presente che la stessa acqua è prelevabile anche dalla fontana di via Alessandrini, dietro alla vicina chiesa. Un’informazione utile dato che spesso si creano code per prelevare l’acqua con un allungamento dei tempi di attesa, assieme alla raccomandazione a rispettare le regole e non sostare in via Forni (la strada della fontana) ma di lasciare l’auto a pochi passi, nelle aree predisposte sulla provinciale. 

“Un lavoro del quale siamo molto soddisfatti, trattandosi di uno spazio assai frequentato – conclude l’assessore Bernardi – per questo dobbiamo rivolgere un ringraziamento per l’attenta e puntuale collaborazione anche all’ufficio tecnico del Comune, nella persona del responsabile, l’ingegner Roberto Orsini”. 

27 maggio 2022