SERAVEZZA – Studenti contro il razzismo

Cultura: i giovani rapper del progetto I.COM in sala di registrazione per incidere i loro brani contro il razzismo

La scuola è finita ma per gli studenti della 1A e della 1E della media “Enrico Pea” che partecipano al progetto europeo I.COM non è ancora tempo di vacanza. I giovanissimi rapper sono ancora impegnati infatti nella registrazione dei brani da loro scritti e interpretati durante l’anno scolastico. Brani che entreranno a far parte della playlist del progetto e che verranno incisi su CD. Dopo la registrazione della prima canzone a scuola, si sta adesso lavorando agli altri due brani presso la DMS School di Montignoso. Anche in quest’ultima fase i ragazzi sono seguiti dagli animatori Luca Barsottelli e Mirtilla Pedrini che hanno dato vita ai workshop in classe.

I brani rap veicolano i messaggi positivi che sono stati al centro del progetto I.COM: il rifiuto di ogni genere di discriminazione, l’integrazione fra i popoli, l’accoglienza dei migranti, la lotta agli stereotipi culturali che creano profonde quanto inaccettabili linee di demarcazione fra persone che hanno provenienze, fedi religiose o origini etniche diverse. Il progetto prevede anche la collaborazione dell’Università di Pisa per analizzare i risultati di una serie di questionari sottoposti ai ragazzi e ai loro tutor per misurare l’indice di benessere derivante dall’aver preso parte a questa esperienza.

Il progetto I.COM coinvolge circa duecento giovani di sette Paesi europei (Italia, Spagna, Belgio, Cipro, Malta, Repubblica Ceca, Irlanda), è finanziato dalla Commissione Europea e vede Seravezza – nello specifico la Fondazione Terre Medicee – nel ruolo di capofila e di coordinamento centrale di tutte le attività.