eSPORT - di ANDREI ALBINA

SPECIALE Mondiali League of Legends /2

di ANDREI ALBINA – I Campionati Mondiali del mitico videogame, conclusa la fase a gironi, vediamo chi avanzerà ai quarti di finale.

GIRONE A

Nel girone A, i Damwon dominano completamente tutte le squadre avversarie, vincendo ogni singola partita con un record di 6 vittorie e 0 sconfitte realizzato solo altre 5 volte nella storia dei Mondiali, confermandosi favoriti per la vittoria ancora una volta dopo il successo della scorsa edizione. Dall’altra parte, i Cloud9 hanno realizzato l’impossibile nell’ultima giornata del girone.

Con le spalle al muro dopo le 3 sconfitte senza vittoria nella prima giornata, alla squadra americana serviva un miracolo per accedere ai quarti. Nella rivincita contro i Rogue e i FunPlus Phoenix, i Cloud9 sono sembrati un’altra squadra, completamente rinvigorita e con idee di gioco più chiare, riuscendo a vincere entrambe le partite e forzando uno spareggio contro le 2 squadre.

Per aggiudicarsi un posto ai quarti, i Cloud9 hanno affrontato i Rogue in una partita assurda di oltre 50 minuti, in cui Luka “Perkz” Perković ha dimostrato perché è uno dei migliori giocatori in corsia centrale del mondo, terrorizzando gli avversari con giocate rischiose ma efficaci. Dopo alcuni combattimenti di squadra molto intensi, i Cloud9 sono emersi vincitori.

Questo girone ha visto anche il tracollo dei campioni del 2019, i FunPlus Phoenix, che alla vigilia del torneo erano considerati fra i top 3 team al mondo, ma hanno concluso in ultima posizione, perdendo anche lo spareggio contro i Rogue. Gli FPX sono parsi affaticati, con uno stile di gioco spesso confusionario e poco coeso, anche a causa delle condizioni di salute precarie di uno dei membri chiave della squadra Gao “Tian” Tian-Liang, e ci hanno offerto una performance da dimenticare che rimarrà – negativamente – nella storia dei Mondiali.

I quarti di finale vedranno i Damwon contro i MAD Lions in una partita che si prospetta molto interessante, mentre i Cloud9 avranno come avversari i Gen.G.

Classifica finale:

DWG KIA – 1o posto 6V-0S (Corea) (Q)

Cloud9 – 2o posto 2V-4S (America) (Q)

Rogue – 3o posto 2V-4S (Europa)

FunPlus Phoenix – 4o posto 2V-4S (Cina)

GIRONE B

Nel girone B, T1 e EDG sono sembrate da subito le squadre più forti, con un rapporto vittorie/sconfitte positivo per entrambe dopo la prima giornata. Nella seconda parte dei gironi, i T1 hanno dominato. Le speranze degli 100 Thieves in una rimonta sono state distrutte da una vittoria pulita dei coreani. A seguire gli EDG, l’unica squadra che era riuscita a vincere una partita contro i T1 nel girone, ma questa volta la squadra guidata da Lee “Faker” Sang-hyeok è arrivata preparata per la rivincita. Grazie ad una strategia intelligente e alla performance del tiratore – diciottenne e al primo torneo internazionale della carriera – Lee “Gumayusi” Min-hyeong, i T1 hanno ottenuto la vittoria contro i favoriti per il primo posto. Con i loro più grandi rivali sconfitti, la partita finale dei coreani contro i Detonation è stata una semplice formalità. La squadra giapponese è riuscita a ottenere un leggero vantaggio inziale, ma non ci è voluto molto perché questa partita andasse in favore dei T1. Con questa vittoria e la caduta degli EDG nel finale contro gli 100 Thieves, lo spareggio non è stato più necessario, e la squadra coreana è rimasta seduta comodamente al vertice del girone con cinque vittorie e una sola sconfitta.

Ai quarti, avremo lo scontro tutto coreano fra T1 e Hanwha, e lo scontro tutto cinese fra EDG e RNG.

Classifica finale:

T1 – 1o posto 5V-1S (Corea) (Q)

Edward Gaming – 2o posto 4V-2S (Cina) (Q)

100 Thieves – 3o posto 3V-3S (America)

DetonatioN FocusMe – 4o posto 0V-6S (Giappone)

GIRONE C

Il girone C è stato segnato fin dall’inizio dalla notizia della sostituzione del tiratore dei Fnatic Elias “Upset” Lipp, che non ha potuto prendere parte al torneo a causa di gravi problemi familiari. Al suo posto la squadra europea ha dovuto schierare il giovane Louis “BEAN” Schmitz, tiratore dell’Accademia Fnatic senza alcuna esperienza internazionale. Il team è così passato dall’essere uno dei favoriti al superamento del girone a cercare di lottare per evitare l’ultimo posto. La battaglia per i primi posti è stata dunque fra gli RNG e gli Hanwha Life, che non hanno avuto particolari difficoltà contro i già citati Fnatic – tranne gli RNG, che hanno perso una partita molto combattuta – e i PSG Talon, squadra relativamente sconosciuta del gruppo ma che non ha esaltato particolarmente attraverso il suo stile di gioco. Questi risultati hanno eventualmente portato ad uno spareggio per il primo posto fra la squadra cinese e quella coreana, conclusa con una vittoria – relativamente facile – degli RNG. Non ha impressionato il giocatore in corsia centrale degli Hanwha, Jeong “Chovy” Ji-hoon, considerato uno dei giocatori più forti del momento, e in più occasioni ha dimostrato di non essere sullo stesso piano di gioco della squadra.

Ai quarti gli RNG affronteranno i connazionali EDward Gaming, mentre gli Hanwha dovranno vedersela contro Faker e i T1.

Classifica finale:

Royal Never Give Up – 1o posto, 4V-2S (Cina) (Q)

Hanwha Life Esports – 2o posto, 4V-2S (Corea) (Q)

PSG Talon – 3o posto, 3V-3S (Sud-Est Asiatico)

Fnatic – 4o posto, 1V-5S (Europa)

GIRONE D

Incredibile giro di avvenimenti nel girone D, dove tutte le squadre riescono a battersi reciprocamente e finire il girone con lo stesso risultato di 3 vittorie e 3 sconfitte a testa. L’ultima giornata dei gironi ha mostrato una totale parità di forze fra le squadre, rendendo necessari gli spareggi per decidere i 2 team che sarebbero volati ai quarti di finale. Qui i MAD Lions hanno dovuto affrontare gli LNG, in una partita carica di emozioni, durata più di 45 minuti e con un finale non consigliato ai deboli di cuore, in cui la squadra cinese ha forzato un assalto al Nexus (la base) degli avversari, ma i MAD hanno difeso magnificamente grazie al tiratore Matyáš “Carzzy” Orság e Marek “Humanoid” Brázda, vincendo immediatamente dopo. Nell’altra partita di spareggio, i Liquid non hanno retto la sfida contro i Gen.G. Molti errori individuali da parte del tiratore della squadra americana Edward “Tactical” Ra e una performance non all’altezza in corsia centrale per Nicolaj “Jensen” Jensen hanno reso la squadra una preda facile per la squadra coreana. I MAD hanno poi affrontato i Gen.G in una partita per decidere chi si sarebbe aggiudicato il primo posto nel girone. Qui la squadra europea non è riuscita a controllare la partita per tutta la sua durata, cedendo alla pressione degli avversari nel finale.

Ai quarti, dunque, i Gen.G, che affronteranno i Cloud9, e i MAD Lions, che dovranno vedersela coi favoriti del torneo, i Damwon KIA.

Classifica finale:

Gen.G – 1o posto, 3V-3S (Corea) (Q)

MAD Lions – 2o posto, 3V-3S (Europa) (Q)

LNG Esports – 3o posto, 3V-3S (Cina)

Team Liquid – 4o posto. 3V-3S (America)