LIFESTYLE, SPORT, SPORT DALLA TV - di Tommaso Gardella

SPORT – Mike Tyson il grande ritorno

Mike Tyson ha annunciato, tramite un video social, che ritornerà sul ring per sfidare, a sorpresa, il fuoriclasse in pensione Roy Jones Jr.

Qualche giorno fa Mike Tyson ha annunciato, tramite un video social, che ritornerà sul ring per sfidare, a sorpresa, il fuoriclasse in pensione – soprannominato “il Fulmine di Pensacola” –  Roy Jones Jr. Non uno con cui scherzare.

Considerato uno dei pugili più forti di tutti i tempi, è stato annoverato, dalla rivista Boxing Writers Association, come il più forte degli anni ’90, unico pugile nella storia della boxe che abbia vinto il titolo dei pesi massimi iniziando la carriera come peso medioleggero. Vincendo 66 combattimenti, 47 dei quali arrivati dopo KO, su 75 disputati e perdendone solo 9, ha potuto vincere 7 titoli mondiali in quattro diverse categorie – IBF, WBC, WBA e IBO -, detenendoli tutti contemporaneamente.

I due ex campioni si affronteranno il 12 settembre a Los Angeles, all’interno del Dignity Health Sports Park, per un exhibition match che verrà trasmesso in diretta sul sito internet Thriller – un social network che in origine era focalizzato sul mondo della musica, tanto da aver stretto parnership con importanti case discografiche, ma che oggi sta rivolgendo la sua attenzione a tutti gli eventi live -, con il ricavato dell’evento che verrà interamente devoluto in beneficenza a poveri e senza tetto.

Iron Mike, ormai alla soglia dei 54 anni e che manca sul ring dal 2005 dopo che il progressivo decadimento delle sue mirabolanti doti fisiche lo aveva esposto a sconfitte sorprendenti contro pugili di modesto valore – l’ultimo Kevin Mcbride -, aveva postato un video su instagram in cui si allenava, con la scritta finale “I’m back”. Verso la fine di maggio, al programma radiofonico Young Money, del rapper Lil Wayne, aveva dichiarato di voler vincere “questo denaro per aiutare i senzatetto e i bisognosi. Sono stato un clochard e so fino a che punto è difficile”, sottolineando che, “non incasserò un dollaro per questo match”.

Mike si sente bene e nonostante i 104kg da smaltire è sicuro che sarà pronto per il match. Jones invece, di tre anni più giovane, concluse la carriera a febbraio 2018.

Aveva iniziato i combattimenti nel 1984, vincendo le Olimpiadi Jr. Nazionali e terminando la sua esperienza non professionistica con 121 vittorie e 13 sconfitte. Quattro anni più tardi ha rappresentato gli Stati Uniti alle Olimpiadi di Seoul del 1988, arrivando in finale ma perdendola immeritatamente contro il sudcoreano Park Si-Hun, nonostante gli 86 colpi messi a segno contro i 32 dell’asiatico.

Il 22 maggio del 1993 vince il suo primo titolo mondiale IBF (medi) contro Bernard Hopkins, all’età di 24 anni, riuscendo l’anno dopo a vincere il titolo mondiale ma nella categoria dei supermedi, fino al 1996. Dal 1996 al 2004 detiene la cintura del titolo mondiale WBC (pesi mediomassimi), diventando l’unico pugile nella storia della boxe a detenere sia il titolo nei pesi medi che nei pesi massimi.

Entusiata di confrontarsi con la leggenda, per Jones sarà un onore combattere contro Tyson: “Mike è una leggenda. Sarebbe folle ricevere un’offerta per salire sul ring con lui e rifiutare. Non avevo intenzione di tornare sui miei passi e combattere ancora, ma per amore di Mike Tyson accetto di fare un’eccezione. Per me questa è un’opportunità che non posso farmi sfuggire. Tra tutti quelli che volevano salire sul ring con lui, ha scelto me. E dato che l’ha fatto, come posso dire di no?”

È uno scontro che chiamare di esibizione sembra un eufemismo. Nonostante la non attinenza con il pugilato di vertice moderno, lo scontro tra questi due titani attirerà milioni di persone che, alimentati da curiosità e nostalgia, non potranno fare a meno di incollarsi allo schermo.  

(foto: Skitterfoto – licenza pixabay https://pixabay.com/it/photos/pugilato-vincitore-looser-sport-555735/ )