Vera Gedroits
COMMENTI, IL VASO DI PANDORA - di Beatrice Bardelli

Vera Gedroits, Google celebra le grandi figure femminili

di BEATRICE BARDELLI – Vera Gedroits, nata il 19 aprile 1870 fa, è stata la prima donna chirurgo in Russia e tra le prime chirurghe al mondo.

Google dalla parte delle donne? Sembrerebbe proprio di sì dal momento che anche oggi il più famoso motore di ricerca dedica il suo doodle giornaliero ad un’altra grande donna, un’altra pietra miliare nel lungo percorso della Storia, mai raccontata, delle “donne da non dimenticare”.

Questa volta la scelta è caduta su Vera Gedroits, la prima donna chirurgo in Russia e tra le prime donne chirurghe al mondo, che oggi, 19 aprile, avrebbe compiuto 151 anni. Di lei si trova scritto pochissimo su internet e, non conoscendo il russo, mi sono affidata al comunicato che ha pubblicato l’Ansa alle prime luci dell’alba. Vera Ignatievna Gedroits era nata il 19 aprile 1870 in una famiglia di discendenza reale lituana a Kiev, allora parte dell’Impero russo. Aveva deciso di intraprendere gli studi di medicina da giovanissima tanto che “nella sua tarda adolescenza” abbandonò l’amata patria per andare a studiare medicina in Svizzera.

Rientrata nel Paese natale all’inizio del XX secolo, iniziò la sua carriera medica come chirurga in un ospedale industriale e quando scoppiò la guerra russo-giapponese, nel 1904, Vera Gedroits volle offrirsi volontaria come chirurgo su di un treno ospedaliero della Croce Rossa. In quel vagone ferroviario trasformato in sala operatoria, e sotto la minaccia del fuoco nemico, Vera eseguì complesse operazioni addominali. Un’idea brillantissima ed un fatto senza precedenti che – visto il successo – il governo russo volle adottare come nuovo standard.

Dopo il suo servizio sul campo di battaglia, Vera Gedroits continuò a lavorare come chirurgo, ma questa volta addirittura per la famiglia reale russa fino a quando decise di tornare nella sua città natale, Kiev, dove divenne professore di chirurgia presso l’Università nel 1929, sulla soglia dei 60 anni. Anche se la sua notorietà è dovuta soprattutto agli studi e alle innovazioni portate nella chirurgia militare in tempo di guerra, questa grande professionista del bisturi fu anche una grande letterata.

Oltre ad essere medico e professoressa universitaria di chirurgia, Vera Gedroits fu, infatti, anche poetessa e autrice di testi letterari. Oltre ad aver scritto numerosi articoli scientifici, Gedroits ha anche pubblicato diverse raccolte di poesie e diversi lavori di saggistica, tra cui il libro di memorie del 1931 intitolato semplicemente “Life”, che raccontava la storia del suo viaggio personale che l’aveva portata in prima linea nel 1904. Colpita da un tumore, Vera Gedroits morirà nel 1932, all’età di 62 anni, nella sua città natale, Kiev, dove è sepolta.