Gruppo Veronesi
Città, VERONA - di Giovanni Villani

VERONA – Gruppo Veronesi acquista Certosa Salumi

di GIOVANNI VILLANI – Con un fatturato di 3,13 miliardi nel 2020 e circa 9 mila dipendenti, il Gruppo Veronesi leader dell’agroalimentare.

Con un fatturato di 3,13 miliardi nel 2020 e circa 9 mila dipendenti, il Gruppo Veronesi (suoi i brand Aia, Negroni, Montorsi, Mangimi Veronesi) può ormai dichiararsi il leader dell’agroalimentare italiano. A consolidare ancor più la propria posizione, la spa veronese ha acquisito in questi giorni anche Certosa Salumi, società emiliana con business nella produzione, stagionatura e confezionamento delle specialità della tradizione italiana.

Una azienda “con cui si svilupperanno ulteriori sinergie e opportunità per la crescita sui mercati internazionali già presidiati con Negroni e Montorsi”. E che integrerà l’export del gruppo che nel 2020 si è attestato al 16% della produzione totale raggiungendo oltre 70 paesi e superando un valore di 500 milioni di euro.

Certosa Salumi è nata undici anni fa a Collecchio (Parma), disponendo di uno stabilimento di oltre 10 mila mq, dotato delle più moderne tecnologie per la produzione e stagionatura dei salumi, oltre al loro confezionamento in vaschette, le cui produzioni certificate per l’export raggiungono destinazioni anche fuori dall’Ue (Usa, Canada, Giappone, Brasile) conseguendo nel 2020 ricavi per quasi 33 milioni di euro.

“La nuova realtà produttiva che entra a far parte del nostro Gruppo – ha dichiarato l’Ad Luigi Fasoli – ci consentirà di rafforzare la nostra presenza sul mercato e a crescere nel comparto della salumeria. Si tratta di una acquisizione all’insegna del made in Italy, nel cuore del food valley emiliano in cui già operiamo da decenni e che custodisce un pezzo del saper fare del nostro Paese. Per noi rappresenta un ulteriore passo verso la crescita che si affianca agli oltre 100 milioni di investimenti che ogni anno dedichiamo alla competitività dei nostri asset italiani su tutta la filiera”.

Fra questi sta poi assumendo un’importanza strategica la nuova piattaforma logistica a Vallese di Oppeano (Verona), in fase di completamento che inizierà ad operare entro fine 2021. Da questa verranno consegnati i prodotti Aia e Negroni in Italia e in tante località europee – informa il gruppo attraverso il proprio account Linkedin. La piattaforma unirà le più avanzate applicazioni dell’industria 4.0 e della robotica, coniugandole alle politiche dell’azienda in fatto di sostenibilità e sicurezza alimentare. Con un investimento da 40 milioni di euro e in sinergia con il Comune di Oppeano, sorgerà su un’area di 54 mila metri quadrati, una delle strutture tecnologicamente più avanzate d’Europa, con una superficie coperta di 25 mila mq. Saranno movimentati oltre 500 mila colli giornalieri, in ingresso e uscita, attraverso 5 traslo elevatori in tripla profondità con più di 50 bocche di carico. Il polo logistico, a regime, garantirà occupazione ad oltre 200 nuovi lavoratori. La sua centralità favorirà l’ottimizzazione delle tratte e la riduzione dei chilometri per trasportare merci. Degli attuali 9 mila dipendenti della Veronesi, oltre 200 sono dedicati alla qualità, distribuiti in 23 siti produttivi, sette dei quali nella produzione di mangimi.

(foto: tratta dal sito web https://www.gruppoveronesi.it/ )