VERSILIA – Dal PNRR per la Società Gaia

Burati: “La società Gaia ottiene oltre 25 milioni di euro dal PNRR. Un progetto fondamentale per il nostro territorio”

“L’Autorità Idrica Toscana ha ottenuto due finanziamenti per oltre 75 milioni di euro attraverso il PNRR classificandosi al terzo posto tra i progetti presentati in tutta Italia nella graduatoria approvata dal Ministero delle Infrastrutture e della mobilità sostenibile, relativa agli interventi finalizzati alla riduzione delle perdite nelle reti di distribuzione dell’acqua, compresa la digitalizzazione e il monitoraggio della rete” dichiara Umberto Buratti, onorevole uscente della attuale legislatura per il Partito Democratico, in un messaggio alla stampa.

“I finanziamenti fanno parte della misura denominata “M2C4-I4.2” del PNRR “Riduzione delle perdite nelle reti di distribuzione dell’acqua, compresa la digitalizzazione e il monitoraggio delle reti”.

Uno riguarda Publiacqua Spa e l’altro vede protagonista GAIA S.p.a. ed è denominato “WaDIS: Water loss control&Digital Innovation Strategy -Gestione avanzata delle reti idriche della costa apuo-versiliese”.

Il progetto di GAIA ha un importo complessivo di euro 39.455.704,97, è stato coperto da un finanziamento a Fondo perduto pari ad euro 25.505.799,97 ed e’ comprensivo di interventi di sostituzione di circa 100 km di rete idrica.

E’ la dimostrazione di quanto il PNRR e Next Generation EU impattino positivamente sul livello locale, sulle nostre realtà e sulla nostra vita: è uno strumento che pensa alle attuali e alle prossime generazioni, con uno sguardo sul futuro.

Il tema dell’acqua è strettamente interconnesso alla qualità della vita e alla sostenibilità ambientale.

In Italia c’è un grande spreco di acqua: si pensi che a causa delle cattive condizioni delle infrastrutture idriche nel nostro Paese, la percentuale di perdite è del 40% in media.

In proposito Papa Francesco nell’enciclica Laudato Si, dove ha dato grande risalto al tema dell’acqua ha scritto come “si riscontra uno spreco di acqua non solo nei Paesi sviluppati, ma anche in quelli in via di sviluppo che possiedono grandi riserve. Ciò evidenzia che il problema dell’acqua è in parte una questione educativa e culturale, perché non vi è consapevolezza della gravità di tali comportamenti in un contesto di grande iniquità”.

Ecco quindi che gli interventi strutturali che l’Autorità Idrica Toscana metterà in atto attraverso questi investimenti assumono un altissimo valore che trascende l’importanza dell’opera. Rispetto per la vita e per l’ambiente, sostenibilità, distribuzione efficiente: il tutto mediante un processo, quello dell’integrazione europea, che ha generato, seppur con grandi difficoltà, una consapevolezza nuova dell’essere cittadino europeo.

Se queste sono le prospettive che si assumono per guardare alle sfide del futuro, sono incomprensibili, poco lungimiranti e di chiusura verso il futuro le scelte dell’Amministrazione di Forte dei Marmi di voler costantemente prendere le distanze da Gaia che, non dimentichiamolo mai, è una società tutta pubblica.

Gaia ha dimostrato che il lavoro di squadra rende tutti più forti e offre la possibilità di raggiungere obiettivi che, da soli, sarebbero impensabili.

Complimenti pertanto a GAIA per il lavoro svolto e per il finanziamento che garantirà alla rete idrica del nostro territorio un salto di qualità infrastrutturale e gestionale con un investimento che non graverà sulla tariffa” conclude l’onorevole Buratti nel suo messaggio.

27 agosto 2022