Home Versilia VIAREGGIO. De Stefano: Consiglio Comunale illegittimo

VIAREGGIO. De Stefano: Consiglio Comunale illegittimo

by redazionetoscanatoday
Consiglio Comunale di Viareggio

“La città di Viareggio ha fatto una pessima figura non associandosi nel lutto con gli altri comuni italiani”

Il consigliere comunale (Gruppo Misto) Giuseppe De Stefano risponde per le rime alla presidente del Consiglio Comunale di Viareggio “Mi riferisco alla Sua comunicazione del 2.4.2020” scrive De Stefano, “per precisare e puntualizzare che ritengo inappropriato, irregolare ed inaccettabile la Sua interlocuzione ‘sono ad invitarLa, ancora una volta, ad una Sua condotta di fattiva collaborazione con i suoi colleghi”.

Il Consiglio Comunale non può svolgersi contro-legge

“E’ ben vero che il segretario comunale in via informale mi ha comunicato possibile svolgere le seduta consiliare con metodo della video conferenza, a cui non mi sono opposto per pura cortesia istituzionale, ma non rientra tra i compiti di tale ufficio l’Istituzionalizzazione della video conferenza, come non è tra le prerogative del presidente del Consiglio”. De Stefano, in sostanza, ribadisce quanto già esposto nella sua recente mozione: ovvero, che stante la mancanza della “video-conferenza” come forma di svolgimento del Consiglio Comunale, spetta al Consiglio Comunale deliberare tale modalità, pena la illegittimità della sua convocazione e del suo svolgimento. “E questo lo dico non solo per rispetto alle prerogative del Consiglio Comunale, ma anche per evitare sempre possibili richieste di annullamento delle delibere che sarebbero scontate nell’esito”.

De Stefano nell’insistere su una preliminare convocazione del Consiglio Comunale in un ambiente idoneo alle garanzie sanitarie imposte: “Ho chiesto la convocazione del Consiglio Comunale nell’auditorium del Teatro Puccini di Torre del Lago  con primo punto all’ordine del giorno l’introduzione della video conferenza”; evidenzia che la sua è una scelta “comportamentale: come i medici, le forze dell’ordine e i manuali edili o in fabbrica per svolgere la loro prestazione sono esposti a dei rischi, quale eletto dal popolo non mi debbo sottrarre per puro egoismo personale a svolgere con zelo il mio mandato”.

La città di Viareggio ha fatto una pessima figura non associandosi nel lutto agli altri comuni italiani”

E’ apprezzabile il comportamento di tutti i sindaci italiani che davanti alle sedi municipali con i gonfaloni, la fascia tricolore e la bandiera a mezz’asta, hanno espresso il cordoglio ai familiari delle vittime: questo, se non erro, non l’ha fatto Del Ghingaro che a decine di chilometri dalla Città ogni sera, nella sua abitazione di Lucca,  legge alla TV il bollettino delle vittime e dei reduci. Da Del Ghingaro mi sarei aspettato uno straccio di proposta su come reperire fondi da destinare all’imprenditoria locale, stremata da mesi di blocco guadagni, anzi con contrazione gruzzolo accumulato, per la ripresa economica. Appena mi sarà consentito, presenterò in Consiglio Comunale le mie proposte”.

You may also like

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accetto Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy