Home CAMPO DI MARTE - di Aldo Belli VIAREGGIO. Il sindaco Del Ghingaro dov’è?

VIAREGGIO. Il sindaco Del Ghingaro dov’è?

Non è tempo per fare polemica, ma tacere sarebbe un’offesa di fronte ai morti e alla città che resiste, ai medici, agli infermieri, ai volontari…

Toscana Today ha deciso in queste settimane di oscurare qualsiasi polemica politica: ho scritto alcuni giorni fa che ci sarebbero molte cose da dire ma che adesso non è il momento. Attenzione, però, che il rispetto verso le priorità dell’emergenza non diventi un mezzo per rimuovere dalla coscienza il nostro dovere di essere cittadini pensanti. Il dolore per i morti e il sacrificio dei vivi che ogni giorno mettono a repentaglio la propria vita, impone il dovere di squarciare il silenzio dell’ipocrisia: perché vi si ponga rimedio e se non è possibile, affinché serva da lezione. Ricevo, ogni giorno, decine di immagini di sindaci (di ogni parte politica) con le mascherine in mezzo alla loro gente. Vedo sindaci che consegnano camici negli ospedali. Nelle residenze per anziani a portare un segno di conforto. Con chi opera sulle strade. Penso ai volontari e alle associazioni che anche a Viareggio cercano di offrire generosamente il proprio aiuto, rischiando la propria salute e quella delle loro famiglie. Penso all’Istituto dei Poveri Vecchi. Ai vecchi che vivono soli. Alle famiglie con portatori di handicap gravi. Ai medici e agli infermieri viareggini del Versilia o che da Viareggio ogni giorno escono per Pisa o Massa… Ai poliziotti, ai carabinieri, ai vigili urbani sulle strade. Alle cassiere. A coloro che proseguono nel lavoro… E il sindaco di Viareggio non c’è. Barricato in casa, lontano da Viareggio (come sempre del resto. Il Cuor di Leone deve essere contagioso perché non c’è traccia neppure del vicesindaco Alberigi). La pagina Facebook – il suo vero mezzo di comunicazione – è passato dalla galleria delle pose hollywoodiane alla cineteca dei video girati in salotto. No, cari lettori, non è polemica questa: è semplicemente tristezza. Come il vuoto di ieri mattina dinanzi al palazzo comunale di Viareggio, mentre i sindaci di tutta Italia rendevano omaggio (di fronte ai loro municipi con la bandiera a mezz’asta) ai morti da coronaviurs. La Viareggio dei patini che in ventiquattrore gettarono il cuore nell’alluvione di Firenze è lontana, sicuramente nel cuore del sindaco di Viareggio.

You may also like

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accetto Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy