Cronaca della Versilia, IN TOSCANA

VIAREGGIO – La denuncia di Laura Domenici

La responsabile sport per Fratelli d’Italia: “Adesso le conseguenze di scelte poco lungimiranti: impianti chiusi e perdiamo turismo sportivo”

‘’Impianti chiusi e poca lungimiranza: così perdiamo i flussi di turismo sportivo che sono fondamentali nella stagione in cui ci stiamo affacciando”.

L’analisi e’ di Laura Domenici del dipartimento sport di Fratelli d’Italia.

“Se buttiamo un occhio dall’alto a vedere come sono dislocate le nostre strutture sportive – spiega – non possiamo non accorgerci che già danno forma a una vera e propria Città dello Sport. Che si colloca in un parco Riserva Naturale, è vicina alle spiagge della Darsena e comprende: Stadio, Palazzetto dello Sport, Piscina, Liceo Scientifico Sportivo. Peccato che, tranne il Palasport, tutti gli impianti siano chiusi. Ma neanche le poche attrezzature all’aperto si salvano a Viareggio da incuria e menefreghismo. La rabbia sale soprattutto adesso che il turismo sportivo poteva essere una chance da non perdere, conclusa la stagione balneare. Invece non solo mancano le strutture ma anche il tessuto naturalmente predisposto che contraddistingue la nostra città fa acqua da tutte le parti: Pinete impraticabili per ospitare eventi, ciclopiste poco funzionali e campi da calcio che per una visione poco lungimirante non hanno mai virato sul manto sintetico come ha fatto ad esempio Pietrasanta al Pedonese e alla Pruniccia. Questo investimento avrebbe consentito di avere spazi gioco con manutenzione contenta e aperti tutto l’anno per i match. Abbiamo perso il Meeting di nuoto, la Viareggio cup, il meeting di atletica. E infatti la promozione turistica legata alle potenzialità che avrebbe Viareggio e’ pari a zero”.