Home Versilia VIAREGGIO. La “Torta solidale”, l’iniziativa di un cittadino

VIAREGGIO. La “Torta solidale”, l’iniziativa di un cittadino

by redazionetoscanatoday

Augusto Fiorini con Caritas e l’Associazione Promo-Terr consegneranno 100 torte pasquali tra Venerdì Santo e sabato

Augusto Fiorini è un imprenditore versiliese. “Io sono affezionato alle tradizioni” dice, “e anziché usare What’s up ho pensato di fare gli auguri di buona Pasqua nel modo più tradizionale, con una torta, e doppiamente simbolico, perché rivolta a chi soffre più di altri”. Fiorini si è messo in contatto con la Caritas di Viareggio ed insieme hanno dato vita alla “Torta solidale”. Tra Venerdì Santo e sabato verranno distribuite 100 torte pasquali: “agli ultimi” e “ai volontari, i ragazzi del pronto soccorso ovvero gli operatori del 118”. Dopo aver concordato con Caritas il numero delle famiglie con bambini che assistono, Fiorini ha telefonato alla Pasticceria sul Prado di Camaiore: “I titolari hanno subito dimostrato grande solidarietà, con un prezzo di estremo favore” dice. All’iniziativa ha aderito l’associazione di Viareggio Promo-Terr, pianificando l’organizzazione.

Inizialmente l’iniziativa doveva rimanere nell’anonimato, “poi abbiamo pensato che poteva essere, invece, un’occasione per invitare altri privati e associazioni a condividere e a replicare questa idea; e per dire loro che Promo-Terr sarebbe stata ben lieta di offrire gratuitamente il proprio supporto.

Augusto Fiorini (Viareggio)

L’Associazione Promo-Terr, da anni in attività, promuove iniziative e spettacoli culturali ed eventi storici (vedi il cartellone estivo di Villa Borbone e Lucca Medievale) e si è dichiarata disponibile a sostenere, offrendo i propri servizi di comunicazione, qualsiasi privato cittadino e le associazioni che volessero compiere gesti concreti di solidarietà. “Costruire una rete solidale di aiuti per cercare di non lasciare indietro nessuno, anche con piccoli gesti come questo, è possibile” dicono. “Sono i piccoli gesti a fare la differenza, ricordiamoci che siamo un grande popolo e che prima usciremo da questa emergenza quanto più sapremo essere uniti”. Questa è l’email a cui scrivere per venire contattati [email protected]

You may also like

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accetto Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy