Bruno Belluomini, architetto (Viareggio)
Cronaca della Versilia, IN TOSCANA

Viareggio, lo Stadio: quando la cura peggiore dei malanni

Bruno Belluomini, segretario del circolo di Viareggio del Partito della Rifondazione Comunista, interviene sulla vicenda dello Stadio.

Dopo anni di chiusure, riaperture, parziali demolizioni e adeguamenti, dopo aver perso la più importante manifestazione internazionale calcistica giovanile, la Coppa Carnevale, dopo aver perso il meeting di atletica e importanti manifestazioni estive, lo stadio Torquato Bresciani meglio conosciuto come lo Stadio dei Pini è stato definitivamente chiuso, con grave danno per l’immagine e l’economia della città.


A tutta questa incuria perpetrata nel tempo si aggiunge il progetto nefasto dell’Asse di penetrazione, che secondo l’attuale Amministrazione, dovrebbe passare a sud della struttura invadendo parte della stessa, con grave danno non solo allo stadio ma anche alle altre strutture sportive presenti nell’area.

Nessun urbanista, prevederebbe il passaggio di un asse viario con alta densità di traffico al fianco e addirittura sopra simili opere, che in certe occasioni necessitano di silenzio assoluto. Con stupore abbiamo visto e letto il bando di gara emanato dal’ Amministrazione Comunale, per il restauro e la messa in sicurezza dell’attuale struttura, per un costo presunto di oltre quattro milioni di euro: spesa enorme per mettere in sicurezza la struttura esistente. Questo significa gettare alle ortiche grandi risorse economiche.

Sosteniamo che la cosa migliore sarebbe d’indire rapidamente un concorso nazionale di idee per effettuare un nuovo progetto, salvando l’attuale terreno di gioco, tutte le presenti attrezzature necessarie all’attività di atletica leggera, nonché gli attuali livelli di capienza. Il progetto dovrà essere concepito in maniera modulare, da permettere ampliamenti in base a future esigenze.

L’Amministrazione Comunale può rispondere che non ci sono risorse per un simile progetto. Noi sosteniamo che le risorse aggiuntive ai quattro milioni possono essere trovate attraverso il Credito Sportivo, lo Stato o la Comunità Europea, oppure cercando società o imprese interessate alla partecipazione della nuova costruzione, pensando inoltre che all’interno delle nuove strutture potrebbero essere collocate palestre o altri spazi per attività ludiche e sportive . Veniamo quindi a chiedere che l’Amministrazione Comunale interrompa immediatamente la gara in corso e provveda, con la massima diffusione e trasparenza, a formulare un nuovo bando di idee a carattere nazionale, con la collaborazione degli Ordini professionali, per la progettazione di uno stadio degno della nostra città.

Bruno Belluomini
segretario circolo di Viareggio partito della rifondazione Comunista