Il Grande Torino si spegne a Superga
IN ITALIA, VIDEO HISTORY

(VIDEO) 4 maggio 1949, il Grande Torino

Le quarantamila persone in festa al campo di Lisbona sarebbero state le ultime a vedere giocare la squadra di Capitan Valentino.

Il capitano Ferreira aveva chiesto a Valentino Mazzola di disputare un’amichevole in occasione del suo addio al calcio. Le quarantamila persone in festa al campo di Lisbona sarebbero state le ultime a vedere giocare la squadra del Torino. La partita si tenne il 3 maggio 1949, la Federazione Calcio italiana dette il permesso di anticipare al 30 aprile la sfida con l’Inter. Il giorno seguente il tempo era pessimo, l’ultimo contatto del trimotore Fiat G.212 delle Avio Linee Italiane, e poi lo schianto sul muraglione della Basilica di Superga, erano le 17:05 del 4 maggio 1949. Nell’incidente persero la vita Valerio Bacigalupo, Aldo Ballarin, Dino Ballarin, Emile Bongiorni, Eusebio Castigliano, Rubens Fadini, Guglielmo Gabetto, Ruggero Grava, Giuseppe Grezar, Ezio Loik, Virgilio Maroso, Danilo Martelli, Valentino Mazzola, Romeo Menti, Piero Operto, Franco Ossola, Mario Rigamonti, Giulio Schubert. Tra le vittime anche gli allenatori Egri Erbstein e Leslie Levesley, il massaggiatore Ottavio Cortina con i dirigenti Arnaldo Agnisetta, Andrea Bonaiuti ed Ippolito Civalleri, tre dei migliori giornalisti sportivi italiani: Renato Casalbore (fondatore di Tuttosport), Renato Tosatti (Gazzetta del Popolo) e Luigi Cavallero (La Stampa). Con loro i membri dell’equipaggio Pierluigi Meroni, Celeste D’Inca, Celeste Biancardi e Antonio Pangrazi. Nessuno si salvò.

L’Istituto Luce

Sappiamo che non è dovuto trattandosi di filmati di pubblico dominio, ma Toscana Today vuole cogliere anche questa circostanza per ricordare ai lettori l’inestimabile contributo che l’Istituto Luce ha dato alla storia dell’informazione e alla cultura in Italia.