Vittime del dovere
ATTUALITA', IL VASO DI PANDORA - di Beatrice Bardelli

“Vittime del dovere” sabato 2 ottobre a Pisa

di BEATRICE BARDELLI – Il Convegno dell’Associazione “Vittime del Dovere” su “Disciplina, equiparazione e nuove frontiere normative”.

Il 29 agosto 1985, in Sardegna, nei pressi di Laconi (Nuoro), moriva sul lavoro, durante le operazioni di una missione antincendio, il Maresciallo Scelto dell’Aeronautica Militare, Lido Luzzi. Oggi, il figlio, Alessandro Luzzi, è diventato il segretario generale dell’Associazione “Vittime del Dovere” ed ha organizzato a Pisa, per sabato 2 ottobre, un importante convegno nazionale dal titolo “Vittime del Dovere: disciplina, equiparazione e nuove frontiere normative”.

Il convegno. Patrocinato dal Comune di Pisa, dall’Ordine degli Avvocati di Pisa, dall’Università e dalla Facoltà di Giurisprudenza dell’Ateneo pisano, il convegno si svolgerà al Giardino Scotto, dalla mattina (ore 9.30) al pomeriggio inoltrato, e vedrà la partecipazione di numerose autorità, in rappresentanza delle Forze dell’Ordine e delle Forze Armate, che assisteranno agli interventi di numerosi avvocati e di rappresentanti dell’Associazione di Volontariato “Vittime del Dovere” (sede legale presso la Casa del Volontariato di Monza) che si è costituita nel 2007 “per iniziativa di vedove, orfani, invalidi e genitori di appartenenti alle Forze dell’Ordine, Forze Armate e Magistrature, caduti o rimasti invalidi nel contrasto alla criminalità comune, alla criminalità organizzata ed al terrorismo”, come si legge sul suo sito.

Perché Pisa

Perché è qui che è nato e vive tuttora Alessandro Luzzi, orfano del Maresciallo Scelto dell’Aeronautica Militare, Lido Luzzi, a sua volta militare e primo Luogotenente dell’Aeronautica Militare che organizzò a Pisa, i primi di luglio del 2011, la Giornata Nazionale delle Vittime del Dovere.

“Quel giorno – ricorda Alessandro Luzzi – parteciparono in piazza dei Cavalieri, tutte le Forze Armate con le bande della Marina Militare e dei Carabinieri e con un lancio di paracadutisti in Piazza dei Miracoli con la bandiera italiana legata al paracadute e con la scritta “Associazione Vittime del Dovere”. A seguito della nostra attività nelle scuole dal titolo “Lezioni di legalità” – ricorda Luzzi – all’ITI di Pontedera, dove ero intervenuto, una classe scrisse la mia storia personale, la perdita di mio padre, vittima del dovere, e vinse il primo premio, una borsa di studio donata dall’Associazione in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione”.

Il programma

La mattina (dalle 9.30), dopo i saluti dell’Assessore alla sicurezza Giovanna Bonanno e della Presidente dell’Associazione, Emanuela Piantadosi, orfana del Maresciallo dei Carabinieri Stefano Piantadosi, interverrà il Prof. Gianluca Famiglietti, docente di Diritto Costituzionale dell’Università̀ di Pisa, che affronterà il tema “La dimensione costituzionale del dovere”. A seguire, l’Avv. Paola Maria Di Luccia, dell’Ufficio Legale dell’Associazione Vittime del Dovere, e l’Avv. Andrea Bava, socio onorario dell’Associazione, affronteranno il tema della evoluzione storica e giurisprudenziale della materia discutendo, rispettivamente, della “Evoluzione normativa fino al DDL di equiparazione proposto dall‘Associazione Vittime del Dovere: cenni storici” e della “Evoluzione giurisprudenziale in materia di Vittime del Dovere”.

Interverrà, a seguire, l’Avv. Sergio Bellotti, che assiste l’Associazione in numerosi procedimenti penali al fianco delle Vittime, su tema “La costituzione di parte civile nei procedimenti che vedono le Vittime del Dovere quali parti offese”. La mattinata si chiuderà con l’intervento dell’Avv. Carlo Palermo, ex magistrato fortemente impegnato nel contrasto alla criminalità, tanto da essere stato oggetto di un attentato dinamitardo compiuto da Cosa Nostra nel 1985, che tratterà, anche in qualità di parte offesa, il tema “Il diritto delle vittime alla verità”.

Il pomeriggio. Dalle 14.30 (registrazione partecipanti ore 14), si potranno ascoltare gli interventi di Ambra Minervini, Vicepresidente dell’ Associazione Vittime del Dovere e orfana del Magistrato Girolamo Minervini, e di Alessandro Luzzi, segretario generale Associazione Vittime del Dovere e orfano del Maresciallo Scelto dell’Aeronautica Militare Lido Luzzi. Interverranno, a seguire, l’Avv. Piero Porciani su “La difesa in giudizio delle Forze dell’Ordine” in cui esporrà il suo impegno nella difesa in giudizio delle Forze dell’Ordine, e, a conclusione, e molto atteso, l’intervento della Dott.ssa Loretta Bolgan, che ha partecipato alla Commissione parlamentare d’inchiesta sui casi di morte e di gravi malattie che hanno colpito il personale militare in relazione all’esposizione a particolari fattori chimici, tossici e radiologici dal possibile effetto patogeno, che tratterà il tema: “ Le particolari condizioni ambientali e operative: il rischio derivante dall’esposizione a particolari fattori dal possibile effetto patogeno”.

Presenti al convegno. Saranno presenti i rappresentanti delle Forze dell’Ordine e delle Forze Armate: il Viceprefetto Edoardo D’Alascio, dell’Ufficio Legislativo del Ministero dell’Interno, il Ten. Col. Giovanni Mennella, Comandante del Reparto Operativo di Pisa, in rappresentanza del Col. Giulio Duranti, Comandante Provinciale dell’Arma dei Carabinieri di Pisa, il Cap. Davide Capizzi, in rappresentanza del Gen. Pietro Addis, Comandante delle Forze Speciali dell’Esercito.

Per partecipare

A seguito delle misure vigenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 è necessaria la prenotazione all’indirizzo:

[email protected]

Per informazioni telefonare a 331460983.