Home IL VASO DI PANDORA - di Beatrice Bardelli Appello alla Regione per la salute dei lavoratori dei ‘rifiuti’

Appello alla Regione per la salute dei lavoratori dei ‘rifiuti’

by Beatrice Bardelli

“Misure urgenti per garantire la salute e la sicurezza dei lavoratori e delle lavoratrici dell’igiene ambientale”, alla Regione, ai sindaci e ai prefetti

Ancora una volta Pisa si trova ad essere capofila di battaglie per l’attuazione dei principi e dei diritti fondamentali della nostra Costituzione repubblicana. In un’atmosfera quasi surreale e disumanizzante, il contagio da Coronavirus sta sdoganando parole terrorizzanti come “stato di guerra”, “bollettino di guerra”, disorientando le menti dei cittadini che, in preda ad un panico incontrollabile, non riescono più, nella maggior parte dei casi, a discernere con chiarezza ciò che è un diritto costituzionale da ciò che non lo è, anche se giustificato da uno stato di emergenza nazionale.

A Pisa, al contrario, grazie proprio alla minaccia del contagio da Coronavirus, giovedì scorso, si è svolta una protesta dei lavoratori dell’igiene ambientale di  Geofor che, impugnando il rispetto del diritto fondamentale della tutela della salute, garantito dall’art. 32 della Costituzione, si sono rifiutati di uscire con i mezzi e svolgere il servizio. I lavoratori hanno così voluto denunciare il forte e aumentato rischio di contagio a causa della mancanza delle condizioni minime di sicurezza assolutamente necessarie in questa fase di emergenza sanitaria. La protesta, sostenuta dal gruppo consiliare di Pisa, Diritti in Comune (Una città in comune-Rifondazione Comunista-Pisa Possibile), è stata portata immediatamente all’attenzione della Regione dal consigliere comunale Ciccio Auletta in quanto la condizione di insufficiente sicurezza per i lavoratori e le lavoratrici dell’igiene ambientale non riguarda solo Pisa, ma tutti i comuni della Toscana, per cui “le agitazioni potrebbero allargarsi presto all’intera regione”.

L’appello

Così, in data odierna, i consiglieri regionali di “Sì Toscana a Sinistra”, Tommaso Fattori e Paolo Sarti, accogliendo la sollecitazione di Auletta, hanno deciso di coinvolgere un certo numero di amministratori locali nella firma di un “Appello”, avente come oggetto “Misure urgenti per garantire la salute e la sicurezza dei lavoratori e delle lavoratrici dell’igiene ambientale”, da inviare all’assessore regionale all’Ambiente, Federica Fratoni, al presidente della Giunta Regionale, Enrico Rossi, a tutti i sindaci e per conoscenza ai prefetti. Partendo dal presupposto che la protesta dei lavoratori Geofor di Pisa può assumere un rilievo decisamente regionale “dato che la situazione denunciata non è affatto isolata e riguarda piuttosto l’intero sistema dell’igiene ambientale regionale, accomunando tutti gli ATO e i diversi gestori dell’igiene ambientale della nostra regione”, l’Appello” continua: “In particolare preoccupa la carenza o, in alcuni casi, la totale mancanza dei Dispositivi di Protezione Individuale (mascherine conformi in numero e tipologia adeguate, guanti mono uso ecc.). Così, come preoccupa l’insufficiente igienizzazione dei mezzi dopo ogni ciclo di lavoro. Considerazioni analoghe possono essere fatte per il lavaggio delle divise. Alla luce di tutto ciò riteniamo che sia urgente assicurare condizioni di piena sicurezza sul luogo di lavoro e prevedere una riorganizzazione del sistema di raccolta rifiuti che riduca il più possibile le presenze dei lavoratori, attivando, se necessario, il ricorso agli ammortizzatori sociali. Si tratta di richieste a tutela dei lavoratori, delle loro famiglie e di tutta la cittadinanza espressamente formulate dal gruppo di lavoro ISS Ambiente e Gestione dei Rifiuti quali indicazioni per la gestione dei rifiuti urbani in questa fase in cui è forte il rischio di trasmissione dell’infezione da virus sars-cov-2 (Rapporto ISS Covid-19, n.3/2020- versione 14 marzo 2020)”.

Le richieste

Riteniamo che la Regione debba intervenire urgentemente per definire tutte le azioni necessarie a colmare queste carenze a tutela della salute sui luoghi di lavoro e per garantire, in piena sicurezza, lo svolgimento di un servizio così delicato e cruciale, in un momento in cui ogni rifiuto deve essere trattato come potenzialmente infetto.

Chiediamo all’assessore regionale di convocare urgentemente i soggetti interessati, attivandosi affinché i gestori adottino tutti i necessari interventi in materia di sicurezza e riduzione del rischio di contagio, con una rimodulazione delle modalità e dei tempi di raccolta dei rifiuti che garantisca la sicurezza dei lavoratori e il servizio ai cittadini, in considerazione della fase emergenziale che stiamo attraversando£.

I firmatari

Tommaso Fattori, Consigliere regionale Sì Toscana a Sinistra
Paolo Sarti, Consigliere regionale Sì Toscana a Sinistra
Francesco Auletta, Consigliere comunale Diritti in comune, Pisa: Una città in comune-
Rifondazione Comunista-Pisa Possibile
Dimitri Palagi - Sinistra Progetto Comune- Firenze
Antonella Bundu  - Sinistra Progetto Comune - Firenze 
Enrico Carpini, Consigliere comunale Ora-Barberino e Consigliere Area metropolitana di Firenze
Paola Nardi, Consigliere comunale Ora-Barberino
Stefano Berni, Consigliere comunale Ora-Barberino
Tatiana Bertini, Consigliere comunale Liberamente a Sinistra-Scarperia e San Piero
Caterina Corti, Consigliere comunale Liberamente a Sinistra-Scarperia e San Piero
Tamara Tognetti, Consigliere comunale Noi ci siamo - Casole d’Elsa
Emiliano Salsetta, Consigliere comunale Officina Vicchio 19 Bene Comune
Lorenzo Banchi, Consigliere comunale Officina Vicchio 19 Bene Comune
Armando Fancelli, Consigliere comunale Missione Domani-Borgo a Mezzano
Lorenzo Ballerini, Consigliere comunale Campi a Sinistra - Campi Bisenzio 

You may also like

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accetto Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy