Cronaca di Arezzo e provincia, IN TOSCANA

AREZZO – SPID: il Comune in prima linea

Per tutti i cittadini disponibilità di richiesta dell’Identità Digitale SPID direttamente negli uffici comunali alla ex Cadorna

“Stiamo lavorando per diventare un Comune tecnologicamente virtuoso. I progetti in cantiere sono molti, da lunedì 15 febbraio ne parte uno che ci vede tra i primi in Italia a recepire la normativa sulla cosiddetta identità digitale”.

Commenta così l’assessore all’innovazione tecnologica Monica Manneschi la novità allo Sportello Unico che permetterà ai cittadini di richiedere lo SPID direttamente negli uffici comunali alla ex Cadorna.

L’assessora Manneschi

“Abbiamo aderito – prosegue Manneschi – a una convenzione tra Regione Toscana e Lepida che ci consentirà di accelerare la diffusione delle identità digitali presso i cittadini. Il numero delle richieste di SPID è in rapida crescita e concedere la possibilità di poterlo attivare rappresenta un importante aiuto”.

Dunque, lo Sportello Unico entrerà in ballo con due diverse modalità di attivazione dello SPID: il cittadino potrà inserire autonomamente i dati online sul portale di Lepida ID in una fase che potremmo definire di pre-registrazione, per poi recarsi allo sportello per il definitivo riconoscimento.

Oppure, il cittadino potrà recarsi subito in prima battuta allo Sportello Unico e un operatore lo aiuterà in tutte le fasi, dalla registrazione all’identificazione.

Per entrambe le modalità sarà necessario avere con sé il proprio cellulare, un indirizzo e-mail, un documento di identità o riconoscimento in corso di validità (carta di identità, passaporto, patente di guida) e il codice fiscale.

Per fruire del servizio, completamente gratuito, è sufficiente prenotare un appuntamento su http://agenda.comune.arezzo.it e scegliere “rilascio SPID” o telefonare allo 0575 377777.

Il Comune di Arezzo, infine, ha già adeguato i propri sistemi digitali di autenticazione introducendo l’utilizzo di SPID e CIE che dal prossimo 28 febbraio, secondo le direttive dell’Agenzia per l’Italia digitale (Agid), diventeranno le uniche modalità di accesso ai servizi online delle pubbliche amministrazioni. Le precedenti credenziali, comprese quelle rilasciate dal Comune di Arezzo per i propri servizi online, saranno valide fino a naturale scadenza e comunque non oltre il 30 settembre 2021.

(Fonte: Uff. Stampa Comune di Arezzo)

(Foto: https://pixabay.com/it/illustrations/gdpr-protezione-dati-regolamento-3178218/)