B. S. LORENZO – Piscine Mugello: al via l’hub vaccinale

Dal 31 di gennaio riparte anche l’attività sportiva. Fondamentale la riorganizzazione del servizio in questi giorni

Così come comunicato in maniera semplice, ma chiara, fin dai primi di gennaio, riaprono le attività sportive del Centro Piscine Mugello. La riapertura era stata posticipata al primo febbraio, ma grazie al lavoro della Vivi lo Sport in stretta collaborazione con l’amministrazione comunale, l’impianto pubblico tornerà a pieno regime addirittura in leggero anticipo, il 31 gennaio, rispetto a quanto preventivato, con una risposta importante per l’intera comunità.

Non mancano le difficoltà e non mancheranno neanche in futuro, come quasi tutti gli impianti simili a livello nazionale, se si pensa che la previsione sull’andamento dei costi energetici dell’intero impianto, per il 2022, come illustrato nella commissione consiliare a dicembre, è di un aumento da 180mila euro a 350mila euro. Per rendere un’idea, il costo per l’illuminazione pubblica per Borgo e frazioni è di 300mila euro. Un dato ancora più puntuale: il contributo dell’Unione dei Comuni, di 25.000 euro, è stato vitale per il 2021, ma appena sufficiente a coprire l’aumento delle bollette del mese di novembre passate da 15mila a 42mila euro. Aggiungiamo che i circa 500 nuovi contagi covid alla settimana, con tutto ciò che ne consegue in termini di quarantene ed isolamenti, non incidono positivamente sull’utenza del centro piscine.

Il sindaco Omoboni

“A chi continua a sostenere – afferma il Sindaco di Borgo San Lorenzo Paolo Omoboni – con strumentalizzazioni che non portano nessuna risorsa o beneficio, che questa amministrazione voglia chiudere l’impianto, dobbiamo ricordare che abbiamo trovato una società a un passo dal fallimento nel 2014. In otto anni il servizio è stato garantito a tutti dalle associazioni, alle scuole, alle altre attività. Oggi nonostante due anni di pandemia siamo in piedi e nonostante alla pandemia si sia aggiunto il caro bollette, riapriamo. Partono i lavori per la ristrutturazione della vasca esterna, intervento da 450mila euro, abbiamo di recente ottenuto le risorse, due milioni di euro, per un nuovo impianto più funzionale e più sostenibile. Domani incontrerò i referenti dei mondi che gravitano nel Centro Piscine e andiamo avanti – conclude Omoboni – con chi ha a cuore questo impianto, e lo ha dimostrato anche in questo periodo, con l’impegno di resistere in questi tempi critici, consapevoli dell’importanza del Centro Piscine a livello mugellano”

L’amministratore Incagli

“Mi sento soddisfatto – afferma Giovanni Incagli amministratore della Vivilosport – perché, pur nelle grandi difficoltà di questi tempi, il lavoro fatto continua a garantire un servizio alla comunità. Al netto delle polemiche politiche che non riguardano la struttura tecnica e amministrativa, noi continuiamo a lavorare compatti coadiuvati dall’impegno che non è mai mancato dei dipendenti della Vivi lo Sport e dell’amministrazione comunale”

Il presidente Passiatore

“Il centro piscine Mugello – sottolinea il Presidente dell’Unione del Mugello Stefano Passiatore – ricopre un valore per tutta la zona.  Per questo nel 2021 abbiamo deciso di sostenerlo con un contributo di 25000 euro, per sostenere i servizi per agevolare l’accesso ai cittadini del Mugello, in particolare gli studenti. La riapertura è una buona notizia e lavoreremo perché il Parlamento e il Governo riconoscano ristori alle amministrazioni che stanno sostenendo costi esorbitanti, a causa del rincaro delle bollette, per consentire l’accesso allo sport ai propri cittadini”

Oggi ha preso il via, in una porzione degli spazi del Centro Piscine, anche l’hub vaccinale, che da oggi potrà servire 540 persone al giorno sette giorni su sette, grazie lavoro di squadra con ASL, Società della Salute, Cooperativa Libera e Studio Auxilium.

Il presidente Campa

“Bisogna spingere il più possibile le vaccinazioni – afferma il Presidente della Società della Salute Mugello Filippo Carlà Campa – e un Hub in Mugello per questo è essenziale. Lo spazio vaccinale al centro piscine a Borgo per collegamenti e posizione è strategico, con 540 dosi giornaliere farà la sua parte e agevolerà i cittadini. E questo senza interferenze con le attività nell’impianto, la cui riapertura è stata confermata dal sindaco a fine mese”.