Cronaca della Versilia, IN TOSCANA

CAMAIORE – Novità sul pagamento della Tari

Inviate le cedole della Tari pagabili anche in leggero ritardo. Bando per riduzione fino al 29 ottobre. Adozione sistema del PagoPa

Dal Comune di Camaiore la notizia per cui i cittadini che si trovano al di sotto dei 12.500 euro di reddito certificato Isee hanno la possibilità di ottenere una riduzione fino al 100% sulla Tari del 2021. Durante la conferenza stampa di martedì 31 agosto, nella Sala della Giunta del Comune di Camaiore, l’Assessore alla programmazione economica e finanziaria Marco Mecchi insieme al Dirigente ai Servizi Finanziari Dott. Alessandro Nieri hanno esposto il bando comunale che si è aperto fino al 29 ottobre per ottenere la riduzione del tributo con un sistema a scaglioni dell’indicatore di reddito. Si parte con il massimo di 8.500 Euro per la esenzione totale e si arriva ai 12.500 con una esenzione del 40%. Tra le due percentuali, lo scaglione del 60% con Isee compreso da 8.500,01 e 10.000 Euro.

Entro la scadenza del bando, è possibile presentare domanda di persona all’Ufficio Protocollo del Comune, o via posta elettronica certifica, la Pec [email protected], utilizzando l’apposito modulo correttamente compilato. Nel caso quindi di richiesta di esenzione, l’assessore Mecchi segnala di non pagare il 100% all’attuale scadenza e di aspettare l’esenzione. Successivamente, pagare con esenzione calcolata e accettata.

Per tutti gli altri cittadini, causa difficoltà del vettore di spedizione delle cedole cartacee, rimane la possibilità di pagare regolarmente senza troppa rigidità immediata delle scadenze, in caso di arrivo in ritardo. E non avendo addebitata quindi una mora sul pagamento tardivo.

Oltre a questa notizia, la novità del sistema di pagamento della Tari che si digitalizza e permette a tutti i cittadini interessati di sfruttare la tecnologia di PagoPa e dei simboli QrCode per pagare anche comodamente da casa propria il singolo tributo. Oltre ai moduli classici pagabili in posta.

Il bollettino cartaceo insieme ai moduli postali sarà composto da un QrCode. Leggibile dal proprio smartphone o dal negoziante abilitato per portare a termine il pagamento. E inoltre tramite l’identità digitale, adottata come utenza personale della applicazione pubblica da smartphone “Io”, è possibile utilizzare questo altro nuovo sistema di pagamento. Scegliendo successivamente il Comune di Camaiore come comune di riferimento per gli avvisi da ricevere sulla propria applicazione. E poi sfruttare i propri canali economici di pagamento a disposizione, o obbligati dalla applicazione, per regolarizzare la posizione riguardo questo tributo.

Contentezza inoltre da parte del Comune per aver vinto un bando economico di ATO Toscana, l’autorità territoriale toscana che si occupa di rifiuti, a cui ha partecipato riguardo la raccolta differenziata sul territorio. E che sta permettendo per questo anno anche una riduzione media generale sulla Tari, per utenze domestiche e non domestiche, del 5%.